Comunicazione e impresa: attori, canali e processi editoriali al servizio del business. Case study: "Fruitbook"

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 avvalersi di svariati strumenti, fra i quali la produzione editoriale: comunicando i valori e gli aspetti distintivi dei propri prodotti, le aziende possono differenziarsi le une dalle altre, così come possono differenziare il proprio prodotto da quelli concorrenti. Se riescono ad attirare l’attenzione e l’interesse del consumatore, possono modificare il suo comportamento di acquisto, inducendolo ad acquistare il proprio prodotto piuttosto che quello concorrente. Il fatto che la comunicazione, nel contesto italiano, venga ancora inadeguatamente ritenuta poco vantaggiosa e influente all’interno di un’azienda è dimostrato dal fatto che gli imprenditori preferiscano paradossalmente investire del denaro nella realizzazione di prodotti nuovi, per i quali la percentuale di rischio di fallimento comporterebbe una perdita maggiore di quanto possa determinare un fallimento nella strategia di comunicazione implementata. Il primo capitolo affronta il tema della comunicazione d’impresa e, più specificatamente, della pubblicità. Partendo da una definizione generica del concetto di comunicazione aziendale, si analizzano le diverse tipologie di comunicazione di cui essa consta: interna, esterna e istituzionale, fornendo di ognuna di queste una panoramica esplicativa. Si cercano quindi le ragioni che sottendono la ritardata diffusione della pubblicità e della comunicazione in Italia, introducendo così uno degli aspetti a completamento della già arretrata situazione promozionale nazionale. Trattando il tema della comunicazione non si possono tralasciare gli strumenti di cui questa si avvantaggia, le cosiddette leve della comunicazione: ognuna di queste viene definita nelle sue origini storiche, nella funzionalità e finalità. Tali strumenti possono essere impiegati sia per indirizzarsi alla società intesa come gruppo di consumatori finali, sia al cliente business, ovvero l’operatore specializzato che acquista prodotti da utilizzare come input per nuove produzioni o semplicemente per rivenderli. Fondamentale diviene così lo studio della comunicazione in base al destinatario cui essa si rivolge. Questo perché il consumatore e l’operatore di settore hanno due modi differenti di approcciarsi al mercato, all’azienda e ai suoi prodotti e necessariamente diversa deve essere il tipo di comunicazione implementato dall’impresa nei confronti di questi: deve colpire il

Anteprima della Tesi di Valeria Boldrini

Anteprima della tesi: Comunicazione e impresa: attori, canali e processi editoriali al servizio del business. Case study: "Fruitbook", Pagina 3

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Valeria Boldrini Contatta »

Composta da 178 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1088 click dal 09/10/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.