Skip to content

Finanza islamica: le peculiarità dei fondi islamici; il caso BNP Asset Management.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11     islamico”. 17 Nel 1968 il governo di Nasser 18 impose la chiusura della Mit Ghamr, vista con sospetto. Ma con la presidenza successiva di Al-Sadat venne fondata la Nasir Social Bank, con le stesse impostazioni della Mit Ghamr. La grande crisi petrolifera del 1973 19 rilasciò un ingente ammontare di capitale nei Paesi arabi proveniente dagli importatori occidentali: grazie all’aumento del prezzo dell’oro nero i Paesi del Golfo si ritrovarono con le risorse necessarie a finanziare lo sviluppo di un vero sistema economico; il 1974 è l’anno in cui viene fondata la Dubai Islamic Bank, prima banca commerciale islamica di tipo moderno non posseduta dal governo; essa operava nel Golfo, dove il reddito pro-capite è elevato, l’agricoltura inesistente e l’industria petrolifera richiede infrastrutture moderne per svilupparsi e mantenere una certa competitività. Nel 1975 venne fondata la Islamic Development Bank, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo economico nei Paesi islamici, e nel 1977 nasce la International Association of Islamic Banks per fornire assistenza alle nascenti banche islamiche in diversi Paesi membri dell’Oic 20 ; al tempo lo scetticismo occidentale era preponderante e si basava soprattutto sulla mancanza cronica di capitali nei Paesi islamici che ai tempi non offrivano prospettive concrete per la nascita di un sistema bancario minimamente competitivo con quello occidentale. Con la fine degli anni ’70 la banca islamica conobbe una rapida espansione dal Pakistan al Sudan sino all’Iran: questi Paesi annunciarono l’intenzione di trasformare il loro impianto finanziario in un sistema compatibile con la Shari’ah. Altri Paesi come la Malesia e il Bahrain iniziarono a promuovere un sistema di dual banking, dove la finanza islamica veniva sviluppata parallelamente a quella convenzionale.                                                                                                                           17 Intervista all’erudito egiziano Dr. Hussein Hamid Hassan: All Arabs will prefer Islamic banking, 2007 (vedi http://islamicfinancenews.wordpress.com/2007/12/03/dr-hussein-hamid-hassan-all-arabs-will-prefer-islamic- banking/). 18 Gamāl ‘Abd al-Nasser (Alessandria d'Egitto 1918 – Il Cairo, 1970) è stato un militare e politico egiziano, secondo Presidente della Repubblica, dal 16 gennaio 1956 al 28 settembre 1970. 19 Durante la celebrazione del Yom Kippur (il giorno dell'espiazione), l'Egitto invase i territori israeliani. Durante i combattimenti Egitto e Siria furono aiutati e supportati dalla quasi totalità dei Paesi arabi e anti-americani, mentre Israele fu appoggiato da Usa e dai Paesi europei. Per punire l'Occidente con la sua politica filo-israeliana, i Paesi Arabi appartenenti all'Opec (Organization of the Petroleum Exporting Countries) bloccarono le esportazioni di petrolio verso questi Paesi. Il prezzo del petrolio nel 1974 sfondò quota 12 $ al barile (record storico per l'epoca) e per tutti gli anni '70 e '80 il prezzo continuò a salire. La crisi ebbe ripercussioni su tutte le economie occidentali. 20 Oic: Organisation of the Islamic Conference: vi aderiscono 57 Stati dal Medio Oriente, Africa, Asia Centrale, Caucaso, Balcani, Sud-Est Asiatico, Asia meridionale e Sud America che hanno deciso di unire le loro risorse e combinare i loro sforzi al fine di salvaguardare gli interessi reciproci e promuovere lo sviluppo dei loro popoli e dei musulmani in tutto il mondo. Le lingue ufficiali dell’Oic sono arabo, inglese e francese. Vedi http://www.oic-oci.org
Anteprima della tesi: Finanza islamica: le peculiarità dei fondi islamici; il caso BNP Asset Management., Pagina 10

Indice dalla tesi:

Finanza islamica: le peculiarità dei fondi islamici; il caso BNP Asset Management.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elena Bianchi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Flavio Pichler
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 158

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

shariah
sukuk
fondi islamici
bnp paribas islamic fund
finanza islamica
islamic funds

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi