Media e democrazia: nasce la politica 2.0

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 su aspettative, sulle credenze economiche (generalmente false) della gente, sulla riuscita manipolazione mentale dei lavoratori, dei risparmiatori e dei consumatori , così quello politico dipende da quella degli elettori e dei contribuenti. Nel primo capitolo si parla così delle strategie di persuasione, di linguaggio che si dirama in verbale e non verbale,in quanto è il nostro corpo il maggior comunicatore, che svela le verità che spesso un discorso cela dietro frasi montate, finte rassicurazioni e promesse utopiche. Si analizza l’arte della parola persuasiva, e il pericolo della manipolazione che tutti i cittadini aventi diritto al voto corrono. Nel secondo capitolo si parla così della figura di maggior spicco negli ultimi anni nella politica mondiale, un mago della comunicazione e un vero incantatore di folle, un maestro dell’uso della parola; da platee manipolate a spettatori incantati davanti allo schermo: questi è Barack Obama, che ha capito prima di altri come arrivare nella case di tutti, come incuriosire i giovani che da sempre snobbano la politica, solito ente oscuro difficile da assimilare: sfruttando i media come trampolino di lancio, studiando il modo in cui si informano gli americani (differente da noi italiani, come si nota nel capitolo su Obama e nell’ indagine finale). Da Twitter 4 a YouTube 5 Obama si è servito di qualsiasi mezzo per arrivare nelle case non solo degli americani ma in quelle di tutto il mondo. Un vero perfezionista, Obama ha fatto nella comunicazione in generale il punto di forza della sua campagna elettorale: comunicazione intesa come dialogo, come uso di precisi discorsi e precise parole; comunicazione intesa come posture, come linguaggio del corpo, perché è da esso che si appare tesi, sciolti, sinceri e rassicuranti o falsi e montati; comunicazione come internet, forse il vero tassello decisivo che ha fatto si che oggi Obama è il primo presidente afroamericano nella storia degli Stati Uniti d’America, Obama che oggi, settembre 2012, si appresta a distanza di quattro anni ad affrontare una nuova sfida, una nuova campagna elettorale a colpi di nuovi escamotage per rimanere nella Casa Bianca: si annuncia una sfida senza esclusione di colpi con il repubblicano Mitt Romney, che non si sta dimostrando di certo uno sprovveduto. 4 www.twitter.com 5 www.YouTube.com

Anteprima della Tesi di Marco Guidi

Anteprima della tesi: Media e democrazia: nasce la politica 2.0, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Marco Guidi Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4008 click dal 21/12/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.