Il licensing nell'ambito delle strategie di crescita delle imprese. Il caso Ittierre

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 interna e una esterna. Nella realtà non è semplice classificare i percorsi delle imprese all’interno di queste due categorie in quanto le modalità di crescita sono così varie da non permettere di stabilire dei confini netti. Una soluzione può essere la collocazione delle modalità lungo un continuum ai cui estremi vi sono, da un lato le strategie basate sulle risorse e le competenze interne e dall’altro le fusioni e le acquisizioni, mentre nel mezzo si collocano tutte le forme di alleanze strategiche, accordi e partnership tra imprese. Il fatto che i concetti di crescita e sviluppo non coincidano con il fenomeno dell’espansione dell’impresa significa che quello dimensionale è soltanto uno degli aspetti della crescita. Come sostengono Grandinetti e Nassimbeni (2007) 10 , infatti, le dimensioni della crescita sono tre: a) la crescita dimensionale; b) la crescita relazionale; c) la crescita qualitativa. La prima fa riferimento all’espansione dei confini dell’azienda che può avvenire per linee interne o per linee esterne. La seconda dimensione della crescita individuata dai due autori è quella relazionale e viene definita come “ampliamento della rete del valore dell’impresa”. Essa implica l’allargamento delle relazioni che l’azienda intrattiene per svolgere la sua attività produttiva, può riguardare quindi i fornitori, i clienti, gli alleati, ma anche tutta una serie di altri attori che sono in qualche modo coinvolti nella vita dell’azienda e interessati alla sua “buona salute” e che potremmo definire con una parola sola stakeholders. La terza dimensione della crescita è quella qualitativa: con tale espressione si fa riferimento al rafforzamento delle competenze esistenti e allo sviluppo di nuove competenze. I due autori sottolineano come tale dimensione sia strettamente legata alle altre due tipologie di crescita: quella dimensionale, infatti, deve essere sostenuta in molti casi da quella qualitativa nel senso che richiede competenze più elevate e specializzate oppure semplicemente diverse da quelle che l’impresa già possiede. Inoltre anche la crescita relazionale implica quella qualitativa: la qualità 10 Grandinetti, Nassimbeni (2007), pagg. 17-18.

Anteprima della Tesi di Veronica D'Uva

Anteprima della tesi: Il licensing nell'ambito delle strategie di crescita delle imprese. Il caso Ittierre, Pagina 9

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Veronica D'Uva Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2167 click dal 21/11/2012.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.