Skip to content

Caratterizzazione della struttura cristallina di carbamazepina nei prodotti farmaceutici che operano nel mercato Albanese

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 Il polimorfo più stabile normalmente ha la più bassa solubilità, e la velocità di dissoluzione più lenta. Quindi se si tratta di un principio attivo la forma polimorfica e' talmente importante che essa deve essere rigorosamente controllata. Quando alcuni composti cristallizzano, possono trattenere nella struttura cristallina parte del solvente. I cristalli che contengono solvente di cristallizzazione sono chiamati solvati cristallini. Idrati cristallini nel caso in cui e' l'acqua il solvente di cristallizzazione. I solvati cristallini si comportano in maniera molto diversa a seconda dell'interazione tra il solvente e la struttura cristallina. Quindi abbiamo dei solvati polimorfi quando, il solvente fa parte della della maglia di una struttura cristallina formando dei legami ad idrogeno e formando dei solvati molto stabili e difficili da de solvatare. Nel momento che questi solvati perdono il loro solvente collassano e ricristallizzano formando una nuova forma cristallina. In altri casi quando il solvente non fa parte della struttura cristallina ed effettivamente esso occupa spazi vuoti del cristallo, questi solvati perdono il loro solvente più velocemente (a temperature più basse) e la loro de solvatazione non distrugge il reticolo cristallino. Questo tipo di solvato e' chiamato solvato pseudo polimorfo. In base se le forme sono anidre oppure idrate, un composto può avere punti di fusione e solubilità diverse da influenzare il suo comportamento farmaceutico. In generale le forme anidre sono più solubile delle forme idrate (almeno nel caso della CBZ). Ci viene naturalmente da chiedersi come e' possibile assicurarsi che un prodotto non abbia altre forme cristalline, altre a quelle gia note? “Chi si occupa di polimorfismo raggiunge rapidamente la conclusione che tutti i composti, organici e inorganici, possono dare forme polimorfiche, il cui numero e' direttamente proporzionale all'impegno dedicat.” (W.C. McCrone, 1957). 1.5 Carbamazepina e il suo polimorfismo La CBZ e' stato studiata da molti autori a causa della sua capacità di esistere in diverse strutture cristalline (polimorfismo) e di conseguenza mostra stabilita fisica diverse in base alla forma polimorfica che possiede. Tuttavia, sembra che ci sia qualche variazione riguarda il numero di modifiche e la loro caratterizzazioni (RUSTICHELLI, et al., 2000; KRAHN; MIELCK, 1987). Per questo farmaco sono state descritte almeno quattro forme polimorfiche anidre, di cui tre che sono stati ben caratterizzati strutturalmente mediante diffrazioni a raggi X. In alcuni studi e' descritto anche una forma cristallina idrata la quale si verifica quando le molecole di solvente fanno parte del reticolo cristallino. L'identificazione di cristalli idrati e' importante, poiché la solubilità in acqua della forma idrata può essere inferiore a quello osservato per le forme anidre. La conversione della forma anidra di CBZ in forma idrata, facendo riferimenti alla letteratura, e' rapida e frequente in presenza di vapore acqueo o acqua, per questo e' consigliato che la CBZ si conservi in contenitori ermeticamente sigillati per garantire una maggiore certezza della conservazione del farmaco, in quanto e' ben noto che CBZ e' instabile in condizioni di umidità.
Anteprima della tesi: Caratterizzazione della struttura cristallina di carbamazepina  nei prodotti farmaceutici che operano nel mercato Albanese, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Caratterizzazione della struttura cristallina di carbamazepina nei prodotti farmaceutici che operano nel mercato Albanese

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ledian Cama
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master di II livello in Progettazione e Sviluppo dei Farmaci
Anno: 2010
Docente/Relatore: Azzolina Ornella
Istituito da: Università degli Studi di Pavia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 64

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

polimorfismo
carbamazepina
mt-dsc
monoclino
novartis
tegretol
karbamazepin
taver
carbamazepin
profarma dermopharma
medochemie
actavis

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi