Vittimologia penitenziaria: uno studio esplorativo nella Casa Circondariale di Torino

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO I EPIDEMIOLOGIA DEI COMPORTAMENTI AUTOLESIVI IN CARCERE 1.1 L’autolesionismo in carcere: statistiche e inquadramento del fenomeno in una prospettiva transculturale La condotta suicidaria può essere interpretata in base alla valutazione di due variabili sottostanti ad essa: il suicidal intent che è relativo all'intenzione e la medical lethality ovvero la probabilità che i comportamenti messi in atto determinino la morte dell'individuo (Beck, Beck, Kovacs, 1985). Tramite questa valutazione possono essere distinte tre tipologie di condotte suicidarie (Beck, Beck, Kovacs, 1985): • il suicidio completo in cui la proporzionalità tra le due variabili è massima (o mancato suicidio nel caso in cui non sopraggiunga la morte); • il tentato suicidio in cui l'individuo non predilige alcuna ipotesi tra il restare vivo e il morire; • il parasuicidio in cui la proporzionalità tra le due variabili è minima poiché l'individuo non considera effettivamente la morte come conseguenza del gesto. In questo caso il comportamento suicidario potrebbe essere esclusivamente strumentale. Con terminologie differenti si ricalca dunque la differenza esistente anche in ambito psichiatrico dove si distingue tra mancati suicidi, in cui l'intenzionalità autosoppressiva è evidente, e tentati suicidi, commessi invece con altre intenzioni (Ponti, Merzagora Betsos, 1999). Le persone che infrangono la legge sono spesso sottoposte, anche in tempi precedenti alla commissione del reato, all'esposizione a numerosi fattori di rischio del comportamento suicidario e i tassi di suicidio sono elevati anche in coloro che, dopo un periodo di detenzione, sono stati rimessi in libertà (World Health 4

Anteprima della Tesi di Francesca Sicoli

Anteprima della tesi: Vittimologia penitenziaria: uno studio esplorativo nella Casa Circondariale di Torino, Pagina 5

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Psicologia

Autore: Francesca Sicoli Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 709 click dal 28/11/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.