Exoskeletons. La nuova frontiera della Biomeccatronica per la terapia riabilitativa ed il potenziamento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.3 Stato dell’arte E’ stato deludente constatare, come nel nostro paese non si sia sviluppata una letteratura scientifica riguardo agli esoscheletri. Le ricerche in ambito della Biomeccatronica, o più in generale della Bioingegneria o della Biomedicina, si rivolgono soprattutto allo sviluppo di protesi robotiche e da questo punto di vista è stato svolto uno studio di assoluta eccellenza dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa con il loro Laboratorio ARTS - Advanced Robotics Technology and System, diretto dalla Professoressa Maria Chiara Carrozza. Questo team di ricercatori ha sviluppato una serie di protesi per la mano, tra le quali spicca senz’altro la CyberHand. Si pone inoltre, in un ruolo chiave in ambito internazionale, l’Istituto Italiano di Tecnologia ITT di Genova. Anch’esso si occupa di ricerca avanzata ed in settori di profondo interesse come ad esempio le Neuroscienze cognitive, disciplina che unisce a se aspetti biologici, psicologici e filosofici del comportamento umano, al fine di studiare modelli d’intelligenza artificiale da integrare in robot umanoidi. EXOSKELETONS! LUCA LACAGNINA ST03599/II PAGINA 4 DI 130! PARTE PRIMA Fig. 3 - CyberHand 4

Anteprima della Tesi di Luca Lacagnina

Anteprima della tesi: Exoskeletons. La nuova frontiera della Biomeccatronica per la terapia riabilitativa ed il potenziamento, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze e Tecnologie Applicate

Autore: Luca Lacagnina Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2450 click dal 05/12/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.