Skip to content

Plastic Bags: A Sustainability Case Study

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 promotes the switch to reusable bags could therefore help shifting the public’s general attitude towards sustainability, with potentially far-reaching environmental impact well beyond single-use bags themselves. Obviously, there are many possible policy approaches which can result in a broad spectrum of outcomes, both in terms of plastic bag reduction and general environmental attitudes. Multiple options are available: from soft policies like encouraging voluntary initiatives from retailers, to more stringent regulations like introducing fees on single-use bags, all the way to a complete ban of plastic bags. While some policies might be better than others in theory, the optimal choice will depend on the specific circumstances: supporters and opponents of the initiative and their relative influence; ease of access to alternatives; current waste management and recycling practices; social norms and attitude towards the environment, and so on. Choosing the best measures requires careful consideration and it is of paramount importance in order to achieve a positive outcome. While a successful initiative might effectively reduce the waste stream and create momentum for other environmentally-friendly initiatives, the wrong campaign (ill-suited to circumstances, badly organized, lacking participation or information, etc.) could not only fail its specific targets but also alienate people from any sustainability inclination. Communication and incentives are other critical aspects that can determine the success or failure of an anti-plastic bag initiative. Ultimately, what really makes a difference is people’s reaction and response to any public policy. The discipline of social marketing has identified a range of strategies to foster behavior change and attain social goals. It is important to note that providing information might raise awareness but is usually not enough to prompt action; it is necessary to identify the specific barriers to change faced by the community and implement targeted initiatives to overturn them, incentivizing a different behavior. In the past few years, a growing anti-plastic movement has gained momentum and initiatives to reduce or eliminate plastic bags have arisen in many countries and cities around the world. There is broad variety in terms of policies adopted, implementation strategies and degrees of success. For example, Ireland is one of the most successful examples of a tax on plastic bags, while in Scotland a proposed similar measure failed to pass. Australia chose the route of voluntary commitment by retailers, while bans of various extents are currently in place in South Africa, Italy, China and parts of India, among others. Multiple US cities and communities have plastic bags regulations: Washington D.C., Brownsville, TX and Montgomery County, MD currently have a fee and other places are considering it (for example Evanston, IL and the states of Pennsylvania, Vermont and Virginia), whereas it was introduced but then repealed in Seattle. San Francisco has had a ban in place since 2007 and multiple communities have followed suit, the latest examples being Austin, TX and Los Angeles, CA. And in our own Chicago the issue has gained visibility last November, when five aldermen introduced an ordinance to ban plastic bags that is currently waiting for discussion. In most cases, unfortunately, the data publicly available on plastic bag consumption and policy results are incomplete and sparse. This makes it hard to monitor the progress of the anti-plastic bag programs and conduct a rigorous assessment of their impact. However, the comparison of multiple case studies could allow us to draw useful implications that could be relevant not merely in relation to plastic bags but also for other sustainability-related issues. 1.2 Objectives and Outline This report aims to provide a basic yet comprehensive coverage of the topic of plastic bags from a sustainability point of view. Despite being a relatively minor environmental problem, the issue has a complexity that is representative of many sustainability topics: there is more to it than a superficial analysis might suggest, and crafting an effective “solution” requires careful consideration of many different aspects. Identifying such solution is not the intention of this report; instead, its objective is to apply to a specific case study various tools, frameworks and concepts that can be useful with many sustainability issues: life-cycle analysis, triple bottom line approach, behavior change, social marketing, policy instruments, and market incentives. The report is organized as follows. Section 2 describes how plastic bags are produced, used and disposed, and the environmental problems associated with all these phases. Section 3 presents the main alternatives to plastic bags and their impacts on the environment, as well as their economic and social implications.
Anteprima della tesi: Plastic Bags: A Sustainability Case Study, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Plastic Bags: A Sustainability Case Study

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Cecilia Gamba
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Certificate in Leadership in Sustainability Management
Anno: 2012
Docente/Relatore: Theodore Steck
Istituito da: University of Chicago Graham School
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 45

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sostenibilità
social norms
sustainability
biodegradabile
sacchetti di plastica
plastic bags
biodegradable
reusable bags
life-cycle analysis
behavior change

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi