Fra ricordo e dimenticanza. Problemi e prospettive della corporeità nell'era della tecnica.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 caratteristiche, da abitare. La sua sopravvivenza e dunque la sua esistenza, divengono possibili attraverso la tecnica. Possiamo allora definire la memoria dell’era pre-tecnologica, come quel deposito di regolarità e connessioni acquisite dall’uomo, che ne caratterizzavano la sua specificità di essere biologicamente carente di quell’istinto appartenente a ogni specie animale, che ha permesso loro di adattarsi a un ambiente specifico. Mancante di un istinto specifico per un determinato ambiente, condizione imprescindibile di esistenza per l’uomo è stata la tecnica. Come afferma Arnold Gehlen, la non specializzazione dell’istinto dell’uomo, fa di lui un essere vivente con una capacità di adattamento che gli consente di «ricavare da ogni e qualsiasi costellazione di condizioni naturali, modificandole, delle tecniche e degli strumenti per la sua esistenza» 4 . Attraverso la ricerca di regolarità nelle operazioni tecniche, l’uomo ha potuto costruire il proprio spazio vitale in quella natura che altrimenti non gli avrebbe permesso alcuna vita. Concetti come anima, ragione, coscienza, costituiscono nell’era pre- tecnologica l’interiorizzazione dello schema dell’operare tecnico senza di cui il corpo umano non potrebbe essere al mondo. È a partire da questa concezione che da Platone trova riscontro in autori quali I. Kant, J.G. Herder, A. Schopenhauer, F. Nietzsche, A. Gehlen e H. Bergson risulta infondato quel dualismo antropologico anima e corpo che ha impedito a discipline quali la biologia e la psicologia di oltrepassare i concetti di organismo e psiche per comprendere l’uomo come unità di mente 4 Cit. A. Gehlen, tr. it. L’uomo. La sua natura e il suo posto nel mondo, Feltrinelli, Milano, 1983.

Anteprima della Tesi di Simona Giuseppina Bartolotta

Anteprima della tesi: Fra ricordo e dimenticanza. Problemi e prospettive della corporeità nell'era della tecnica., Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Simona Giuseppina Bartolotta Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1780 click dal 11/12/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.