Il cantiere navale medievale nel Mediterraneo: un problema archeologico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 INTRODUZIONE L’idea di un lavoro sull’archeologia navale, nasce essenzialmente dalla mia curiosità, dopo la frequentazione, del tutto casuale, del Corso in metodologia e tecnica in Archeologia Navale, organizzato a Venezia nell’estate 2002, 1 dall’Università Ca’ Foscari, e coordinato da Carlo Beltrame; corso introduttivo, aperto a tutti, e anche per questo innovativo, oltre che per l’argomento trattato, quasi sconosciuto in Italia, se non per gli addetti ai lavori. Corso che si rivela però foriero di molti interessanti spunti, tanto da pensare di poterne approfondire il tema e farne una tesi di laurea; quindi, aldilà di quello che sarà il risultato del lavoro, un corso utile, perché capace di suscitare interesse e curiosità anche in chi non aveva quasi idea dell’esistenza di un’Archeologia Navale. Lo spunto poi per trattare in particolare i cantieri, è dello stesso Carlo Beltrame. Il motivo di tale scelta dipende dal fatto che, di relitti e imbarcazioni si parla molto e si scrive molto, mentre i cantieri, i luoghi dove materialmente si producevano barche e navi, non sono un argomento molto trattato, soprattutto in Italia. I cantieri sono luoghi archeologicamente molto importanti: erano innanzitutto centri di produzione, più o meno vasta, di manufatti che hanno permesso di allargare gli orizzonti geografici, commerciali e culturali d’Europa, e questo anche prima delle grandi scoperte geografiche; inoltre nei cantieri si producevano anche le imbarcazioni per il commercio locale, che hanno permesso l’approvvigionamento di 1 A questo primo corso ne segue un altro nell’estate 2003, incentrato sulla Conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale marittimo. Entrambi i corsi sono stati patrocinati dal ROSTE, il Regional Bureau for Science in Europe, dell’ UNESCO.

Anteprima della Tesi di Laura Peruzzi

Anteprima della tesi: Il cantiere navale medievale nel Mediterraneo: un problema archeologico, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Peruzzi Contatta »

Composta da 185 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1252 click dal 11/12/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.