L'emergenza come deroga all'evidenza pubblica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 seguiva procedure derogatorie rispetto a quelle utilizzate in circostanze ordinarie. Dunque, la curiosità suscitata dalle lezioni e dai testi studiati per la preparazione dell’esame fu ulteriormente stimolata dalle immagini televisive e dalle notizie che apprendevo sfogliando giornali e riviste. Successivamente ho avuto modo di leggere un testo del professor Angelo Chianale, ordinario di diritto privato e commerciale presso l’Università degli Studi di Torino, dal titolo “Emergenza! Protezione civile e democrazia”. In questo studio l’autore focalizza la sua attenzione sulla straordinaria frequenza degli interventi della Protezione civile, le cui competenze si sono notevolmente allargate nel corso degli anni, passando dalla gestione dell’emergenza per calamità naturali, alla successiva opera di ricostruzione. Tuttora, infatti, si registra la presenza di questo organismo anche nella realizzazione di grandi opere pubbliche, nonché nella tutela dell’ordine pubblico. Tramite questa lettura e la consultazione di altri testi e materiali documentari, mi sono fatto una prima idea sulla condizione attuale dell’amministrazione dell’emergenza. Ho anche avuto la fortuna di incontrare e confrontarmi con l’ing. Pino Tedeschi, dirigente pugliese

Anteprima della Tesi di Michele Dabbicco

Anteprima della tesi: L'emergenza come deroga all'evidenza pubblica, Pagina 3

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Michele Dabbicco Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1366 click dal 13/12/2012.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.