Skip to content

Touches of Evil: due versioni a confronto de L'Infernale Quinlan di Orson Welles

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
concretizzandosi peraltro in un sonoro fiasco al botteghino della versione licenziata nel Febbraio del 1958, che vede così mancare clamorosamente lo scopo primario dello studio. Quando Welles scrive il famoso promemoria di 58 pagine nel quale supplica lo studio di tenere almeno conto del “visual pattern to which i gave so many long hard days of work” 2 , il controllo sulla sua “creatura” gli è già stato sottratto da diverso tempo. Questo promemoria difatti viene alla fine di un processo di almeno sei mesi, che sfocia in non meno di sei differenti versioni di Touch of evil, nessuna delle quali ne replica le indicazioni e solo due sopravvivono per conoscere la distribuzione a vent’anni di distanza l’una dall’altra. I PRIMI TRE MONTAGGI PROVVISORI Al primo montatore della pellicola, Virgil V oegel, Welles non fa che ripetere di prestare attenzione al ritmo dei tagli disinteressandosi, di conseguenza, alla continuità narrativa. Tali indicazioni purtroppo non fanno altro che metterlo in crisi e così il regista è costretto a sostituirlo con Edward Curtiss, di lì a poco rivelatosi altrettanto incapace di realizzare il volere dell’esigente autore. Così, mentre questi si trova a New York ad inizio Giugno per partecipare allo Steve Allen Show, il boss dello studio Ed Muhl, che non ha idea di cosa stia combinando Welles nè perchè ci impieghi tanto, licenzia personalmente Curtiss pregando il sostituto, Aaron Stell, di proseguire in solitudine il montaggio senza la supervisione del regista. Non avendo accesso alla sala di montaggio per tutta la sua durata (sei settimane), Welles si trova costretto a proiettare sezioni del film su uno schermo per poi comunicare a Stell tramite promemoria i cambiamenti che desidera. Gli è comunque permesso di visionare il montaggio provvisorio che Stell mostra allo studio il 22 Luglio, alla cui proiezione partecipano anche il boss Ed Muhl, lo studio executive Mel Tucker, il produttore Albert Zugsmith e, apparentemente, anche il supervisionatore del montaggio de Lo Straniero (The Stranger, 1946) Ernest Nims, ora a capo del reparto post-produzione della Universal. Secondo quest’ultimo, Welles “had really messed up the first five reels...He was making those quick cuts – in the middle of a scene you cut to another scene, and then come back and finish the scene, and then cut to the last half of the other scene” 3 e per porre rimedio a ciò, Muhl lo incarica di lavorarvici sopra in solitudine, sottraendo ancora una volta il film al regista. 2 Welles, citato in C. Heylin, op. cit., p.307. 3 Ernest Nims, citato in Ibidem, p. 310. 5
Anteprima della tesi: Touches of Evil: due versioni a confronto de L'Infernale Quinlan di Orson Welles, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Touches of Evil: due versioni a confronto de L'Infernale Quinlan di Orson Welles

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Bracchitta
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Dams - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Loretta Guerrini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 56

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

orson welles
charlton heston
infernale quinlan
touch of evil
vivien leigh
tesi laurea primo livello
harry keller
henry mancini
filologia del cinema
restauro cinematografico
bologna
dams cinema
marco bracchitta
loretta guerrini

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi