; Skip to content

L'evoluzione del web 2.0: applicazioni ed usi per il marketing on-line

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 (Uno dei principali esponenti del movimento del software libero è Richard Stalmann, famoso per essere ricordato come uno dei maggiori pionieri della cultura hacker; oggi fondatore della Free Software Fondation). La rapida espansione del web, e quindi del linguaggio Html è da attribuire alla filosofia del codice sorgente aperto (e delle licenze creative commons) il quale è stato reso leggibile dai browser; ciò significa che molte innovazioni nella funzionalità sono potute essere immediatamente adottate da imitatori o innovatori in tutto il mondo. Per quanto riguarda il punto di vista storico, l’avvento della rete Internet va collegato allo sviluppo delle reti di telecomunicazione. Suo scopo originario fu quello di garantire un servizio di comunicazioni stabili ed efficienti dedicato alle forze armate statunitensi per fini militari, e per motivi di ricerca accademici. Con il passare del tempo si è evoluta in una rete prettamente universitaria e oggi, dopo l’avvento del servizio web, si sta trasformando sempre più in uno strumento di comunicazione di massa impiegato per la divulgazione delle notizie e, grazie al digital marketing finalizzato alla vendita e alla promozione di prodotti e servizi offerti dalle imprese 2.0. La rapida innovazione tecnologica ha portato la possibilità di fruizione di tale risorsa anche a utenti in movimento, grazie ai nuovi dispositivi cellulari e tablet, cambiando radicalmente i modi e le usanze di lavoro. Il vantaggio delle notizie in tempo reale, permesso dalla “tecnologia portatile, ha così non solo rivoluzionato alcuni ambiti lavorativi, quali il giornalismo, ma se possibile li ha migliorati diventando indispensabile lì dove, più di tutto, è necessaria la rapida risposta del veicolo delle informazioni. La prima apparizione di questa forma d’interconnessione risale al 1966 quando, in piena guerra fredda, il Ministero della Difesa Statunitense decise di creare ARPA: un istituto di ricerca che avesse il compito di costruire una rete di comunicazione militare di nome ARPANET. Questo strumento di connessione era in grado di resistere a un attacco nucleare su vasta scala, garantendo la continuità di comunicazione tra località diverse. La creazione di ARPANET coinvolse centri di ricerca, università e aziende private, tutte in qualche modo legate all’attività militare e dotate di quei primi computer che all’epoca costituivano quanto di più moderno la tecnologia informatica americana potesse offrire. Il traffico d’informazioni che viaggiava su queste connessioni non era di libero accesso e serviva prevalentemente a titolo di ricerca e sperimentazione. All’epoca, i sistemi tecnici per trasmettere messaggi da una località all’altra non erano molto efficaci, per questo il primo obiettivo dei ricercatori fu proprio quello di trovare soluzioni funzionali per migliorare ARPANET. Nel 1974 Robert Khan e Vint Cerf cominciarono a mettere le basi alla definizione del protocollo Tcp/Ip, (Transmission Control Protocol/Internet Protocol) indispensabile per il funzionamento della rete. Il TCP/IP è il linguaggio “open standard” che permette a diverse reti di comunicare tra di loro indipendentemente dalla tecnologia utilizzata; infatti, l’utilizzo di questo protocollo è tale da consentire l’interconnessione tra reti di natura diversa. Il protocollo si basa sulla commutazione di pacchetto, costituente fondamentale della moderna tecnologia, usata per il trasferimento di dati in tutto il mondo. E’ mediante questa tecnica che i messaggi e le informazioni (i dati) vengono suddivisi in pacchetti capaci di “viaggiare” sulla rete in modo completamente autonomo. Difatti non è importante che tutti i pacchetti che compongono un determinato messaggio rimangano uniti durante il percorso, poiché le informazioni che essi convogliano al loro interno sono sufficienti per ricostruire, una volta arrivato a destinazione, l’esatto messaggio originale.
Anteprima della tesi: L'evoluzione del web 2.0: applicazioni ed usi per il marketing on-line, Pagina 5

Preview dalla tesi:

L'evoluzione del web 2.0: applicazioni ed usi per il marketing on-line

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Caretti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Interfacoltà C.I.M - Comunicazione multimediale
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Marco Porta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

internet
marketing
e-commerce
internet marketing
web marketing
business to business
business to consumer
brand marketing
web 2.0
mobile marketing
red bull
storia di internet
arpanet
social media marketing
applicazioni web 2.0
dysplay advertising
tesi web 2.0

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi