; Skip to content

L'integrazione delle ICT nel processo di insegnamento-apprendimento della geometria

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Proprio attraverso l’utilizzo delle tecnologie, è possibile attivare, all’interno della scuola, conoscenze e abilità che quotidianamente vengono implicate al di fuori della stessa, in quei contesti ricchi di cui parla Freudenthal (1994, p. 104), utili a “creare, rinforzare, e mantenere i legami con la realtà. Tali contesti ricchi sono domini della realtà proposta ai discenti per essere matematizzati”. Si è voluto intenzionalmente avviare l’attività a partire da un problema reale, vicino alle esperienze di vita, come quello della pianificazione di “un orto” nel giardino della scuola, per favorire un ponte di collegamento tra “in e out of school” (Freudenthal, 1994, p. 54) cioè tra le due realtà connesse alla vita di ciascun bambino, quella scolastica e quella extrascolastica. Nel primo capitolo di questo elaborato si analizza, alla luce delle teorie di alcuni studiosi, la stretta relazione esistente tra i giovani e le tecnologie digitali, nelle quali sono immersi in misura sempre maggiore, e la posizione della Scuola, agenzia educativa cui spetterebbe la consapevolezza che i media influenzano il comportamento e i modi di apprendere dei giovani e che modificano i modi di vivere la socialità. La Scuola si trova nella necessità di attivare percorsi di Educazione Mediale, intesa in senso lato, attraverso l’utilizzo, in modo efficace, dei media e delle ICT, riconoscendone il potenziale valore educativo e formativo per l’acquisizione di una nuova dimensione di competenza e per ottenere un cambiamento nelle coscienze e conoscenze degli alunni, futuri cittadini. Per tale motivo, si prendono inizialmente in considerazione gli attori coinvolti nel processo di insegnamento-apprendimento, alunni e docenti, in relazione ai media digitali, per passare poi ad un’analisi di tre modelli concettuali per l’integrazione dei media e delle ICT nell’insegnamento, soffermandosi sul modello del TPACK di Mishra e Koehler (2006). In seguito viene esaminata l’attuale situazione italiana in relazione alle tecnologie, vecchie e nuove, presenti nelle scuole, con un particolare approfondimento dell’ultima tecnologia introdotta nel contesto scolastico, la LIM, analizzandone le potenzialità e le funzionalità. Nel secondo capitolo è presentato il progetto di ricerca didattica sviluppato nell’ambito della geometria, di cui si descrivono gli scopi, i contenuti, gli obiettivi generali e specifici, i tipi di attività, la metodologia e gli strumenti e le tecnologie utilizzate per articolare il percorso nel rispetto della maturazione cognitiva degli alunni. L’attuazione dell’intervento è esaminata seguendo il “diario di bordo” dell’insegnante, sviluppato parallelamente all’intervento stesso. Il progetto realizzato, attraverso l’uso delle tecnologie appropriate ai diversi tipi di attività, ha inteso sviluppare negli studenti: la costruzione di conoscenze di tipo prettamente matematico; un incremento di abilità utilizzabili direttamente nella soluzione di problemi di matematica nel contesto reale; una certa consapevolezza dei propri ragionamenti di matematica; la comprensione del legame esistente tra la matematica scolastica e la matematica extrascolastica presente nella vita di tutti i giorni; la formazione di un positivo atteggiamento di apertura verso il conoscere, basato sul rafforzamento e mantenimento della motivazione, e di coinvolgimento nell’approccio alla disciplina; l’acquisizione di nuove competenze nell’ambito delle ICT; il potenziamento di nuove strategie comunicative con l’ausilio delle ICT. Viene spontaneo richiamare, a proposito di “atteggiamento positivo”, gli insegnamenti di Edgar Morin nel suo La testa ben fatta: “una testa ben fatta significa che, invece di accumulare il sapere, è molto più importante disporre, allo stesso tempo, di un’attitudine generale a porre e a trattare i problemi e di principi organizzatori che
Anteprima della tesi: L'integrazione delle ICT nel processo di insegnamento-apprendimento della geometria, Pagina 3

Preview dalla tesi:

L'integrazione delle ICT nel processo di insegnamento-apprendimento della geometria

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Patrizia Barison
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Teorie e Metodologie dell’e-Learning e della Media Education
  Relatore: Laura Messina
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 145

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi