; Skip to content

Rappresentazioni di un’eroina ambigua: Giuditta nella Bibbia e in due componimenti medievali inglesi

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
PARTE I. LA GIUDITTA BIBLICA 1. Notizie preliminari 1.1. Trama, contesto, versioni Il Libro di Giuditta è diviso in due sezioni di quasi pari lunghezza 8 ; nettamente distinte, esse ruotano attorno a due diversi foci: nella prima parte, che va dal primo al settimo capitolo, la storia si concentra sulla campagna militare di Nabucodonosor e Oloferne, tesa a conquistare il dominio assoluto della terra; nella seconda sezione, dall’ottavo al sedicesimo capitolo, la narrazione si dipana invece di pari passo alle gesta della protagonista, a partire dalla elaborazione del suo piano e proseguendo poi con la messa in pratica di quest’ultimo fino alla conseguente celebrazione del popolo israelita. Le conquiste dell’assiro Nabucodonosor, nella prima parte, hanno il loro punto di partenza con la sconfitta inflitta al re Arfacsad, governatore dell’impero dei Medi; la campagna assira prosegue, quindi, prima con la disfatta dei regni orientali, ovvero di coloro che si erano opposti a Nabucodonosor nella guerra contro i Persiani di Arfacsad, e poi con il proposito di conquista dei territori occidentali; il temibile capo supremo affiderà al comandante Oloferne il compito di sottomettere le popolazioni di quell’area. Lungo il suo cammino di distruzione, egli annienta ogni nazione, imponendo il culto di Nabucodonosor e schiacciando chiunque osi mettersi contro di lui (in verità, ben pochi: la stragrande maggioranza dei popoli gli si arrende), ingrossando di volta in volta il proprio esercito. L’unico popolo che si organizza in una strenua difesa è quello ebraico: nel piccolo villaggio samaritano di Betulia, gli anziani del consiglio decidono, difatti, di resistere caparbiamente all’invasione pagana fino a che Dio non ascolterà la loro fervente preghiera, salvandoli; all’interno delle mura cittadine sacrifici e penitenze vengono offerti costantemente, come unica arma di difesa. All’esterno, intanto, qualcosa fa sì che la presa di Betulia non segua il solito iter: a seguito del consiglio tra i capi dell’esercito pagano prende corpo una nuova strategia, per cui ad annientare il nemico sarà questa volta l’inedia causata dal taglio dei rifornimenti d’acqua. Dopo aver esplorato il territorio, difatti, l’esercito assiro scopre che sarà sufficiente presidiare gli unici punti del fiume da cui i Betuliani traggono i loro approvvigionamenti per far sì che essi si arrendano spontaneamente. Il suggerimento dei militari assiri viene accolto positivamente da Oloferne, il quale, dopo gli avvertimenti proferiti da Achior, comandante ammonita del suo esercito, teme segretamente che le comprovate tattiche militari di assedio siano stavolta insufficienti: infatti, nonostante condanni veementemente le parole di Achior riguardo alla fama degli Israeliti, la loro imbattibilità se fedeli al loro dio, il condottiero assiro decide di non tentare un attacco diretto. 8 Barsotti, 2009, p. 22. Otzen segue, invece, la divisione in tre parti proposta da Zenger (1981, pp. 432-3), il quale vede il Libro ripartito sulla base dell’identità attribuita all’unico Dio: nei capitoli dal primo al terzo Nabucodonosor dimostra con le proprie vittorie di essere la divinità unica; in quelli che vanno dal quarto al settimo si pone la questione, attraverso Achior l’Ammonita, se il vero dio sia il comandante assiro o Jahvè; infine, dall’ottavo al sedicesimo, sono i capitoli in cui la storia decreterà definitivamente Jahvè come tale, attraverso il successo dell’impresa di Giuditta (Otzen, 2002, p. 70). 9
Anteprima della tesi: Rappresentazioni di un’eroina ambigua: Giuditta nella Bibbia e in due componimenti medievali inglesi, Pagina 8

Preview dalla tesi:

Rappresentazioni di un’eroina ambigua: Giuditta nella Bibbia e in due componimenti medievali inglesi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Sara Castellino
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Maria Elena Ruggerini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 175

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

filologia
sintassi
paganesimo
esegesi
anglosassone
poema
giuditta
omelia
ælfric
figure bibliche femminili

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi