Benito Mussolini e la politica economica italiana

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 1.3 L’ideologia socialista a livello nazionale Rientrato a Forlì, dopo l’espulsione dal Trentino da parte delle autorità austriache per le quali era diventato, con il suo attivismo, un personaggio scomodo, partecipò alla vita politica locale in modo molto attivo preoccupandosi di realizzare una dura opposizione all’ala riformista del partito su molti punti; a cominciare dall’avventura in Libia, osteggiata strenuamente da Mussolini per i gravi problemi interni che il Paese doveva affrontare, con la proclamazione dello sciopero generale. La prima vera occasione per manifestare le sue idee in un’ottica nazionale si presentò alla vigilia del Congresso di Reggio Emilia. Egli aveva una concezione piuttosto elementare del marxismo non avendo nessuno scrupolo di affermare che nel marxismo, così come in ogni sistema, vi era una parte caduca 17 ; tale movimento si riduceva a tre punti essenziali: 1. La dottrina del determinismo economico. 2. La lotta di classe. 3. Il concetto di catastrofe. Egli affermava che: “ Nel Capitale è spiegato il processo di accumulazione capitalistica e quello dell’accentramento della ricchezza in un numero sempre minore di capitalisti, a cui fa stridente contrasto la proletarizzazione e l’immiserimento delle masse, contrasto che non può trovare la sua soluzione che nella catastrofe della società capitalistica ” 18 . In questa affermazione era condensata la concezione fondamentale di C. Marx, dalla quale scaturiva per logica conseguenza il suo antiriformismo: “ L’aumento del livello del plusvalore significa peggioramento relativo della condizione dell’operaio. Ad ogni modo ogni miglioramento è illusorio poiché non spezza il dualismo capitalistico proletario e mantiene lo sfruttamento dell’uomo sull’uomo ” 19 . 17 Ibidem, vol. III, p. 365. 18 Ibidem, vol. III, p. 366. 19 Ibidem, p. 315.

Anteprima della Tesi di Andrea Certusi

Anteprima della tesi: Benito Mussolini e la politica economica italiana, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Certusi Contatta »

Composta da 235 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 24030 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.