Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione di un modello di turnistica delle 12 ore per l'Unità Operativa Grandi Ustionati, presidio Ospedaliero CTO/Maria Adelaide dell'A. O. U. Città della Salute e della Scienza di Torino''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 La necessità di non sottovalutare il rischio psico-sociale derivante dal conflitto lavoro- famiglia, è stato ripreso anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità che ha approvato il piano di azione globale (2008-2017) in tema di salute dei lavoratori, riconoscendo che la salute sul lavoro è strettamente legata alla salute pubblica e allo sviluppo del Sistema Sanitario. Un dato importante rivela che il 6% dei lavoratori dell'Unione Europea va incontro a problemi di carattere psico-sociale 8 . L'occupazione infermieristica da sempre è stata articolata sulle ventiquattro ore, al fine di garantire quella continuità di attività di assistenza e soddisfacimento dei bisogni di base degli utenti che costituisce una peculiarità della professione. L'orario di lavoro dunque è un parametro rilevante nel sistema sanità. Esso ha ripercussioni dirette sulla qualità e la sicurezza della prestazione erogata, sulla sicurezza degli operatori stessi e, non ultimo, determina un forte impatto sul work-family conflict. Il decreto legislativo 8 Aprile 2003 n. 66 "Attuazione delle direttive 93/104/CE e 2000/34/CE concernenti taluni aspetti dell'organizzazione dell'orario di lavoro" e successive modifiche ed integrazioni 9 , fissa le indicazioni normative e contrattuali che regolano i principi su cui si deve sviluppare l’orario di lavoro. In particolare il decreto su indicato sancisce i seguenti diritti:  il riposo di almeno undici ore consecutive ogni ventiquattro  la pausa per il recupero psico-fisico in caso di orario giornaliero superiore alle sei ore  il riposo settimanale di ventiquattro ore ogni sette giorni  la durata massima dell'orario settimanale di quarantotto ore compreso lo straordinario  la durata minima delle ferie annuali di quattro settimane Sebbene l'impianto normativo sembri chiarire in maniera inequivocabile i criteri per l'organizzazione dell'orario di lavoro, l'attuazione di quanto previsto dalla normativa stessa, lasciando spazio ad ampi margini di discrezionalità interpretativa, ha creato spesso situazioni di contrasto tra le parti; contrasti che più volte hanno determinato la necessità di sollevare quesiti ed interventi del Ministero del Lavoro al fine di ottenere un'interpretazione autentica della norma 10 . Nella realtà pratica il numero delle ore lavorate tende ad essere minore come conseguenza di un taglio concordato a livello collettivo di categoria se non di singola azienda.

Anteprima della Tesi di Massimo Pacitto

Anteprima della tesi: Progettazione di un modello di turnistica delle 12 ore per l'Unità Operativa Grandi Ustionati, presidio Ospedaliero CTO/Maria Adelaide dell'A. O. U. Città della Salute e della Scienza di Torino'', Pagina 4

Tesi di Master

Autore: Massimo Pacitto Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 706 click dal 05/05/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.