Skip to content

Sistemi deficienti? Interazione tra utente, ambiente e tecnologie ipermediali.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 prefabbricata11». Recentemente sono state pubblicate delle riflessioni di Jacques Derrida su questo tema della costruzione mediale dell’oggetto della nostra esperienza che il filosofo francese indica con il termine artefactualité: « l’actualité, précisément, est faite: pour savoir de quoi elle est faite, il n’en faut pas moins savoir aussi qu’elle est faite. Elle n’est pas donnée mais activement produite, criblée, investie, performativement interprétée par nombre de dispositifs factices ou artificiels, hiérarchisants et sélectifs, toujours au service de forces et d’intérets que les “sujets” et les agents (producteurs et consommateurs d’actualité - ce sont aussi parfois des “philosophes” et toujours des interprètes) ne perçoivent jamais assez. Si singulière, irréductible, tetue, douloureuse ou tragique que reste la “realité” à laquelle se réfère l’”actualité”, celle-ci nous arrive à travers une facture fictionelle. On ne le peut analyser qu’au prix d’un travail de résistance, de contre-interprétation vigilante, etc.»12. I testi dei mass-media sono dunque costruiti a priori, prima cioè che il processo comunicativo si attui. Considerando ora l’importanza che le produzioni mediali, così costruite, hanno per l’attività cognitiva e le pratiche sociali delle persone - in quanto costituiscono la principale modalità di esperienza del mondo - resta evidente il ruolo giocato dai media di massa nel fornire strumenti di interpretazione della realtà, sebbene il loro funzionamento sia diverso da quello di altre strutture di socializzazione. Queste ultime infatti hanno fondato generalmente la loro legittimazione su un meta-criterio di base: l’ideologia, la religione ecc. Si trattava comunque di un meta-discorso sulla realtà che quindi la trascendeva. La legittimazione che regge i mass-media invece non deriva da un discorso sulla realtà, ma dalla capacità di riportarla con la minima differenza possibile - intendendo per differenza sia cambiamento che rimando temporale. In ogni caso, sia con le strutture di socializzazione tradizionali che con i mass-media, le produzioni culturali erano sostanzialmente confezionate, dunque la realtà era presentata con una sua coerenza già dall’inizio. Mi rendo conto di averla presa un po' alla lontana, ma è solo da queste considerazioni che si può partire per comprendere le trasformazioni che avranno origine dai nuovi media. Vengo ora al punto “antropologico” della questione. Le strutture di socializzazione - mass-media compresi - hanno un ruolo fondamentale nella costruzione delle identità singole e collettive degli individui. D’altra parte la novità dei nuovi media, racchiusa nella questione della scelta, consiste nel richiedere al fruitore un’attività costruttiva svolta alla pari con l’emittente. Nel caso delle nuove tecnologie della comunicazione quindi, il soggetto è chiamato a scegliere in base alle sue esigenze, ai suoi gusti, in definitiva in base alla sua stessa identità. Questo significa dunque che si presuppone un’identità del fruitore che è data a monte rispetto alle interazioni comunicative attuate grazie ai new media. Ma, se l’identità è il frutto di una serie di interazioni - quelle centrate sui media particolarmente influenti - possiamo 11E. Cheli La realtà mediata F. Angeli 1992, pp. 169 -170.
Anteprima della tesi: Sistemi deficienti? Interazione tra utente, ambiente e tecnologie ipermediali., Pagina 9

Preview dalla tesi:

Sistemi deficienti? Interazione tra utente, ambiente e tecnologie ipermediali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ivan Esposito
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Pinaboggi Cavallo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 113

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi