Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli integratori alimentari: legislazione e classificazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 mantenimento dei processi fisiologici di tutto l'organismo ed il soddisfacimento dei bisogni nutrizionali di tutte le fasce della popolazione. Molti però sono i fattori che rendono difficile mantenere una dieta bilanciata e completa quali:  i ritmi di vita che spesso portano ad una riduzione del tempo per la preparazione, per il consumo degli alimenti e per compiere l'attività fisica giornaliera necessaria  le diverse culture alimentari (vegetariani, vegani)  errati criteri di conservazione e cottura degli alimenti  disordini metabolici. Tutte le precedenti variabili portano spesso ad una esponenziale necessità di ricorrere agli integratori alimentari, prodotti alimentari finalizzati ad integrare la normale alimentazione ed a mantenere l'individuo in un buono stato di salute e di benessere, senza possedere obiettivi curativi. Esistono inoltre particolari condizioni fisiologiche che comportano un aumento del fabbisogno di determinati elementi nutritivi difficili da coprire con una normale dieta, ciò può succedere nel caso di gravidanza, allattamento, crescita, menopausa, senescenza ed attività sportiva intensa. Si può ricorrere agli integratori alimentari anche in presenza di fattori esterni, che possono implicare il bisogno di integrare la dieta, quali: disordini alimentari, stati di convalescenza, uso prolungato di farmaci, stress ed esposizione a sostanze inquinanti (Romagnoli e Franchini, 2010). Gli integratori alimentari hanno valenza di tipo "salutistico" e sono privi delle finalità proprie dei medicinali, quale quella terapeutica, essendo sostanzialmente proposti e consumati per ottimizzare lo stato nutrizionale o favorire la condizione di benessere, coadiuvando le funzioni fisiologiche dell'organismo, come indicato nella Circolare del 18 luglio 2002, n.3 (G.U. n.188 del 12 agosto 2002). L'utilizzo di tali prodotti deve avvenire in maniera consapevole; i consumatori devono essere ben informati sulla loro funzione e sulle loro proprietà, così da salvaguardare le proprie abitudini alimentari e condurre uno stile di vita sano; gli integratori, se consumati in quantità eccessive, superando il fabbisogno giornaliero dell'organismo e per tempi prolungati, possono causare svantaggi a livello fisico ed un inutile sovraccarico da dover eliminare (Circolare del 25 luglio 2002, n.4, G.U. n.215 del 13

Anteprima della Tesi di Lia Cosner

Anteprima della tesi: Gli integratori alimentari: legislazione e classificazione, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze biologiche

Autore: Lia Cosner Contatta »

Composta da 33 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1665 click dal 09/03/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.