Il controllo economico di gestione nelle aziende sanitarie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 Il Servizio Sanitario Nazionale Nazionale, stabilite in conformità agli obiettivi della programmazione socio-economica dello Stato. Si stabilì che il Piano Sanitario Nazionale venisse predisposto dal Governo su proposta del Ministero della Sanità e fosse poi sottoposto al Parlamento ai fini della sua approvazione. Al documento è stata assegnata una durata triennale con possibilità di modifica nel corso del periodo di vigenza. Il Piano Sanitario Nazionale deve stabilire gli obiettivi fondamentali di prevenzione, cura e riabilitazione, i livelli di assistenza da assicurare in condizione di uniformità sul territorio nazionale, le linee guida per l’organizzazione dei servizi e delle prestazioni da parte delle Regioni, e inoltre, i criteri per la ripartizione del Fondo Sanitario Nazionale tra le Regioni e, successivamente, ad opera di queste ultime, tra le USL. Il Fondo Sanitario Nazionale è costituito da stanziamenti a carico del bilancio dello Stato, che provengono dai contributi sanitari, dalle imposte generali e dalle entrate locali (ticket e proventi a pagamento erogati in strutture pubbliche). Esso andava determinato annualmente nel contesto della legge finanziaria e doveva essere coerente con la programmazione triennale espressa nel PSN. Tale Fondo andava poi ripartito tra le diverse Regioni, sulla base delle indicazioni contenute nello stesso Piano Sanitario Nazionale e di alcuni indici, concepiti per garantire livelli di prestazioni sanitarie uniformi su tutto il

Anteprima della Tesi di Alberto Nuara

Anteprima della tesi: Il controllo economico di gestione nelle aziende sanitarie, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alberto Nuara Contatta »

Composta da 224 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 27879 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 93 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.