Skip to content

Spirito e Polvere: Il Vitalismo nella poetica cinematografica di John Huston

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 tramite la produzione medesima, e di oggetto, e non di compimento, di un’azione (del creare), è temporalmente e continuamente ripetibile e riproponibile, ri-creabile (almeno fin quando esisterà qualcuno in grado di adempiere ad essa, ossia l’uomo). Si ricordi, inoltre, che la creazione è parente dell’artificio. Il cinema è manifestazione finita di sostanza ed infinita di forma. Queste due procedure possono essere raggruppate nei seguenti modelli archetipici di pensiero:  Irrazionalità: poetica cinematografica, arte, vita.  Razionalità: tecnica, linguaggio, uomo, creazione, artificio 6 . Uno dei primi punti fissi da segnalare a proposito della poetica cinematografica è la sua capacità di racchiudere entrambi tali collimazioni figurali di riferimento, di essere razionale ed irrazionale allo stesso tempo. Un’utile chiarimento della linea sostenuta si può ricavare dall’osservazione di un mio espediente personale, che nient’altro è se non il racconto del primo incontro con la poetica cinematografica, dunque con l’immancabile svelamento a partire dal quale si sarebbe mosso l’interesse per l’argomento. Durante la visione del film Il Divo (Il Divo, Paolo Sorrentino, 2008), ebbi l’impressione, e nulla di più, a pelle, di colpo, che, ad un livello più retrospettivo e trascendentale, tra lo schermo e l’immagine che su di esso viene proiettata, si celasse, come deformazione unificante, nonché iconica di tutto il film, la forma trasfigurata di una Gabbia: nel film le uniche gabbie erano quelle delle celle in cui rinchiudevano i vari delinquenti; un po’ poco per pensare che il film parlasse di gabbie (o, preferendo, di prigioni/e). Infatti, i temi dell’opera erano altri: politica, potere, (in-)giustizia, Andreotti. Ma quel lapsus riempiva, sprezzante di ogni smentita, la policromia di tutti i pensieri che in quel momento mi sorgevano. Decisi, quindi, di fidarmi di questo mio istinto (l’irrazionalità), così generoso nel mostrarmi una diversa via al significato, e di imboccare quella strada con fiducia, cercando di dare razionalità e comprovata scientificità a tale “schiusura”, tramite la requisizione oggettiva e definita di palesi elementi, interni al film, che assicurassero una quanto minima validità della mia folgorazione. In un apparato base che assurge a rese euristiche, la poetica cinematografica si conforma come “ispirazione razionalizzata”. Qualcuno potrebbe chiedersi dove sia la novità; Sembra normale e comune, quando si affronta l’investigazione di un’oggetto culturale (anche se forse non per tutti, ma sicuramente 6 Dalla consultazione dell’opera di Luciano Anceschi, possiamo ricavare delle utili riformulazioni alle due nomenclature qui esposte: Eteronomia-Razionalità (attorniato e pressato dalle leggi, dedito all’agire pragmatico, attento all’esteriorità, all’istituzionale, decoroso) e Autonomia-Irrazionalità (privo di leggi, sciolto, libero, audace, scandalo), che rendono già più semplice l’interazione con la concettualità che si sta visionando: si pensi al mito di Antigone, dal contesto eteronomo ma con protagonista un’eroina autonoma.
Anteprima della tesi: Spirito e Polvere: Il Vitalismo nella poetica cinematografica di John Huston, Pagina 4

Preview dalla tesi:

Spirito e Polvere: Il Vitalismo nella poetica cinematografica di John Huston

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Enrico Caruso
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Dams - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Monica Dall'Asta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 90

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cinema
neorealismo
irrazionalità
spirito
bertolucci
preghiera
vitalismo
john huston
cinema novo
poetica cinematografica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi