Skip to content

Caratterizzazione della resistenza del vetro strutturale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
4.3 Differenza di comportamento tra le superfici Come precedentemente descritto nel capitolo 2, gli attuali processi di produzione del vetro float prevedono la tiratura del materiale vetroso fatto galleggiare su un bagno di stagno in modo da realizzare superfici perfettamente parallele. Tale processo include nella struttura amorfa del vetro alcuni atomi di stagno nella zona superficiale a contatto col bagno (successivamente chiamata tin-side), che ne alterano leggermente le proprietà, mentre la faccia opposta sarà a contatto con l’aria(che verrà chiamata air-side): di conseguenza si avrà un materiale che avrà intrinsecamente delle differenze di proprietà a causa del suo processo di produzione. Per alcuni aspetti si conosceva già questa differenza di proprietà tra le due superfici del vetro float, di fatti i produttori di intercalari raccomandano l’applicazione dei loro prodotti sul tin-side poiché dopo numerose prove empiriche di laboratorio hanno comprovato come superficie con maggiore aderenza. In una recentissima ricerca di analisi dei dati [7](giugno 2016), basata sull’ampia campagna sperimentale effettuata nel 2006 [9]dal CEN/TC129/WG8, mostra che elaborando separatamente i dati dei provini rotti sul lato aria e sul lato stagno, si ha un’apprezzabile miglioramento dell’accuratezza dei modelli nel calzare i dati sperimentali, specialmente sull’air-side. In questo lavoro, sfruttiamo tale miglioramento andando a testare tutti i provini sul lato-aria, in modo da ridurre le incertezze nella ricerca della più esatta distribuzione, dato che [7]ha dimostrato che tale lato si comporta con una varianza più contenuta. Per il riconoscimento delle due facce delle lastre in vetro, che hanno aspetto identico esposte alla luce visibile, è stato necessario l’utilizzo di una lampada di Wood: per Lampada di Wood o luce nera (Luce di Wood o Black light in Inglese) si intende una sorgente luminosa che emette radiazioni elettromagnetiche prevalentemente nella gamma degli ultravioletti ed in misura trascurabile nel campo della luce visibile. In molti campi la Lampada di Wood è anche detta semplicemente "lampada UV". Una lampada di Wood produce luce nel campo dell'ultravioletto (UV) ma il suo spettro si stende solo nel campo degli UVA, senza coinvolgere i campi UVB ed UVC. Questo rende relativamente sicuro l'impiego della lampada di Wood essendo il contenuto energetico della luce nel campo degli UVA molto minore che nel caso degli UVB ed UVC (per questi ultimi la prolungata esposizione è in grado di modificare il DNA umano). Una lampada di Wood produce luce non direttamente visibile dall'occhio umano. Tuttavia può essere impiegata per illuminare materiali su cui una radiazione ultravioletta induca effetti di fluorescenza e fosforescenza. Possibili applicazioni di queste proprietà si hanno nella lotta alla falsificazione delle banconote o nella ricerca di fessure in strutture metalliche rivestite di materiale reattivo ai raggi UV, nella individuazione di macchie da liquidi organici non visibili ad occhio nudo, infatti in medicina la lampada di Wood può essere impiegata per evidenziare alcune infezioni da funghi e diverse altre malattie a carico della pelle; In paleografia la lampada viene spesso impiegata per identificare simboli o lettere su pergamene o papiri altrimenti illeggibili ad occhio nudo, mentre nel restauro viene utilizzata poiché la fluorescenza ultravioletta è immediatamente visibile; Le vernici risultano
Anteprima della tesi: Caratterizzazione della resistenza del vetro strutturale, Pagina 4

Preview dalla tesi:

Caratterizzazione della resistenza del vetro strutturale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Petracca
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria civile e ambientale
  Relatore: Emanuela Speranzini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 84

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ingegneria civile
vetro
strutturale
weibull
tecnologia dei materiali
data fitting
maximum likelihood function
prova a doppio anello coassiale
float
test di rottura

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi