Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla teoria alla prassi: progettazione, gestione e valutazione dello sportello per la famiglia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

44 Lo “Sportello per la Famiglia” è situato a Minturno in un contesto che presenta scarsità di servizi specifici per l’orientamento e consulenza in materia di conciliazione famiglia- lavoro e per la cura e la custodia di minori, anziani e persone non autonome. Lo stesso resterà a disposizione dell’utenza:  Lunedì e venerdì dalle ore 10:30 alle ore 12:30 e dalle ore 17:00 alle ore 19:00 (previo appuntamento). Per informazioni, appuntamenti e reclami è possibile contattare il numero telefonico 329- 3588350. Per reclami e suggerimenti per migliorare la qualità del servizio sarà possibile scrivere anche all’indirizzo e-mail [email protected] OBIETTIVO GENERALE Favorire la conciliazione fra i tempi di vita ed i tempi di lavoro, sostenere la responsabilità familiare, le relazioni che sono alla base del nucleo familiare e agevolare gli obblighi che ne derivano. OBIETTIVI SPECIFICI ➢ promuovere una migliore conciliazione tra responsabilità familiare e responsabilità lavorativa. ➢ supportare le cure genitoriali e familiari nei confronti dei soggetti fragili del nucleo familiare. ➢ creare un punto di incontro tra domanda e offerta assistenziale nei confronti di minori, anziani, disabili e individui affetti da patologie cronico-degenerative. ➢ realizzare attività di sensibilizzazione e di stimolo volte a generare forme di solidarietà per l’assistenza e la custodia temporanea di minori, anziani, portatori di handicap e individui affetti da patologie cronico-degenerative. ➢ affiancare la famiglia nella ricerca di soluzioni atte a superare quei momenti di difficoltà legati all’impossibilità della stessa di conciliare in modo adeguato i tempi di vita e di lavoro con le responsabilità di cura verso i suoi membri più fragili. DESTINATARI DEL SERVIZIO Destinatari diretti ➢ le famiglie Destinatari indiretti ➢ la comunità locale

Anteprima della Tesi di Elena Addessi

Anteprima della tesi: Dalla teoria alla prassi: progettazione, gestione e valutazione  dello sportello per la famiglia, Pagina 6

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lingua e Cultura Italiana

Autore: Elena Addessi Contatta »

Composta da 99 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 61 click dal 23/02/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.