Skip to content

Hoda Sharawi e il movimento internazionale delle donne (1919-1947)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 talvolta subirà anche l’indifferenza delle élite nazionali. Parallelamente all’impegno emancipazionista e inscindibile da esso, femministe come Sharawi, Nabarawi e varie altre loro compagne, porteranno alla ribalta nazionale e internazionale, dagli anni Venti agli anni Quaranta del secolo scorso, battaglie per l’autodeterminazione del proprio popolo, il sostegno alla causa palestinese e infine la partecipazione della donna ai prodromi del panarabismo. Nella terza parte, partendo dalla definizione di orientalismo data da Edward W. Said nel suo studio, si analizzano la stampa italiana e internazionale, orientalistica e femminile, per evidenziare le diverse rappresentazioni della donna egiziana e di quella orientale all’interno dell’Italia e di altri paesi dell’Occidente. Un’attenzione particolare è dedicata nuovamente al congresso romano del 1923, attraverso la rappresentazione che di esso e delle componenti orientali che lo caratterizzarono, diedero la stampa orientalistica, quella socialista, quella femminile, quella romana e italiana in senso più ampio. Attenzione particolare viene poi dedicata alle emancipazioniste italiane e alla rappresentazione che diedero delle femministe d’Egitto, di Palestina, della Cina, del Giappone o dell’India. Un legame particolare lega inoltre Italia ed Egitto, tanto nell’emancipazionismo quanto nella politica generale, ove in Italia si manifestò il Ventennio mussoliniano a formale guida monarchica, mentre in Egitto un’altra monarchia, erede di Muhammad ‘Ali, impose sovente il proprio dominio a discapito dei nazionalisti, impegnati a contrastare l’influenza della Gran Bretagna. Tra la monarchia egiziana e il regime fascista, come tra le classi intellettuali d’Italia e d’Egitto, vi furono prossimità ed influenze, ma Londra riuscì a impedire ogni possibile convergenza sostanziale. Nell’utilizzo delle fonti, primarie e secondarie, sono stato guidato, oltre che dal metodo scientifico e dalle indicazioni dei relatori, anche dai miei personali interessi intellettuali. Vivendo nella capitale del nostro Paese, un numero non minoritario di fonti primarie risultava, per così dire, “a portata di mano”. Non era però facile districarsi nel mare magnum dei molti giornali, delle molte riviste e dei numerosi testi scientifici. Alcuni preziosi consigli sono giunti dai relatori; per altre fonti mi sono affidato alle bibliografie; mentre ad altre ancora sono giunto tramite intuito. In particolare, per quanto concerne la figura della giornalista Ester Lombardo, ho potuto, inizialmente, in certo senso “conoscerla” e, intellettualmente, entrarci in rapporto direi io, attraverso alcuni articoli sulla stampa romana, scritti per quotidiani la cui visione nelle migliori emeroteche romane fu, per alcuni, consigliata dalla professoressa Rossini e, per talaltri, frutto della mia ricerca personale, anche attraverso la visione di un quotidiano come Il Giornale di Roma di non semplicissimo reperimento. Per me che sono un giornalista iscritto all’Ordine del Lazio questa “collega” che scriveva in maniera così accattivante (ma anche utile ai fini della ricerca) un secolo prima di me, appariva tanto stimolante quanto, per il suo interessamento - non privo di carica empatica - alle extraoccidentali, degna di approfondimento. Ho allora voluto ricercare la rivista da ella diretta al momento del congresso romano, Vita Femminile e questa risultava fruibile nel Campus Universitario di Rimini facente parte della storica e prestigiosa università bolognese. Una volta che ebbi potuto visionare il materiale che ricercavo, esso risultò decisivo ai fini di una migliore comprensione dell’emancipazionismo italiano e del suo rapporto con le extraoccidentali. Oggi, molti quotidiani del XIX e XX secolo sono visionabili tramite Internet, ma non per tutti ciò avviene e, sovente, il materiale migliore è quello che ancora non è stato informatizzato; ciò è
Anteprima della tesi: Hoda Sharawi e il movimento internazionale delle donne (1919-1947), Pagina 4

Preview dalla tesi:

Hoda Sharawi e il movimento internazionale delle donne (1919-1947)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Proia
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Storia e Società
  Relatore: Daniela Rossini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 284

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

benito
mussolini
egitto
ipazia
carrie
ester
lombardo
sharawi
hoda
catt

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi