Skip to content

Immigrazione: aspetti economici e sociali

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Quando le ragioni suesposte inducono intere popolazioni a spostarsi, hanno luogo migrazioni forzate di vasta portata, come nei casi degli esodi e delle diaspore: entrambi riguardano un’intera popolazione, che nella fattispecie dell’esodo si sposta unitariamente, mentre tende a disperdersi nel caso della diaspora. Episodi di migrazione possono verificarsi pure dopo calamità naturali, come terremoti, dissesti idrogeologici, cambiamenti climatici. La rilevanza dei flussi migratori degli ultimi decenni è connessa agli squilibri demografici e del mercato del lavoro dei paesi ospitanti, congiuntamente all'aumento della diseguaglianza che si verifica durante il processo di crescita economica nei paesi in via di sviluppo. Per quanto riguarda il primo aspetto, gli squilibri qualitativi nel mercato del lavoro nei paesi di arrivo sono spesso piø rilevanti di quelli quantitativi. Ciò significa che sempre piø spesso nei paesi piø ricchi si verifica la mancanza di offerta di lavoro per determinati settori, in cui le occupazioni appaiono poco gradite o mal pagate ai lavoratori autoctoni, magari perchØ il livello di preparazione scolastica o di benessere delle famiglie di provenienza pare troppo elevato per essere compatibile con certe mansioni. Questo processo si è verificato, ad esempio, per la pesca, per l'agricoltura, per l'industria pesante e per i servizi domestici. In tal modo si spiega anche perchØ è possibile che, in uno stesso paese, possano coesistere elevata disoccupazione giovanile e massiccia immigrazione straniera. Al proposito del crescente divario tra paesi ricchi e paesi poveri, Golini (2003) sostiene che, stante questa osservazione, è necessario chiedersi non perchØ si migra, ma perchØ si migra così poco. Per partire da un paese povero occorrono soldi per il viaggio, maggiormente se avverrà in clandestinità, talvolta bisogna avere una cultura o un'istruzione adatta di cui non sempre si dispone. E' importante godere di uno stato di salute psicofisico opportuno per affrontare le fatiche del trasferimento, particolarmente pesanti se si tratta di viaggi clandestini, senza trascurare la capacità di adattamento ad un ambiente sociale e naturale nuovi. La spinta a migrare persiste quando le ragioni dello spostamento sono soprattutto economiche, dato che nei paesi di origine il migrante ha consapevolezza della condizione di sottosviluppo del proprio paese. Egli si aspetta di poter realizzare una promozione economica e talvolta sociale nel luogo di destinazione, anche perchØ le informazioni provenienti da televisione, mezzi vari di comunicazione, connazionali già emigrati e dai richiami e dai legami interpersonali tra gli emigranti - le cosiddette catene migratorie – rafforzano tali attese. Interpretare il fenomeno in esame come se fosse un evento inusuale della storia umana è indubbiamente sbagliato, nØ si può limitarlo a tempi, spazi e cause univoche, tanto che Paola Corti sostiene che <<la mobilità territoriale […] è stata una costante risorsa e talora una ineluttabile necessità nell'assetto economico, sociale e politico del Vecchio Mondo, […] è stata forse la
Anteprima della tesi: Immigrazione: aspetti economici e sociali, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Immigrazione: aspetti economici e sociali

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elvira Ciociano
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Gianluigi Coppola
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 201

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi