Skip to content

La legislazione anti-terrorismo nel Regno Unito tra sicurezza pubblica e tutela dei diritti umani

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
1.1. Gli albori del terrorismo Nel tentativo di trattare il fenomeno del terrorismo 1 , è necessario analizzarlo sotto il profilo storico, in quanto partendo da esso si possono individuare i strumenti necessari per interpretarlo e contrastarlo. Se si escludono le guerre, non esiste altra forma di violenza politica più importante di quella che va sotto il nome di terrorismo 2 , il quale ha raggiunto il suo culmine nel XX secolo. Quando si parla di terrorismo, si può notare la vastità di documenti che si riferiscono ad esso, datati la maggior parte, post 11 settembre del 2001, data in cui l'occidente ha conosciuto il terrorismo internazionale. Ciò mostra come gli scrittori e i politici si siano soffermati nell'analizzare tale evento, come se fondasse le proprie radici nell'epoca contemporanea e non in un'era passata. In realtà, il terrorismo, ha radici antiche, infatti, numerosi sono gli eventi, che ci sono stati tramandati che documentano l'utilizzo degli omicidi politici, il cui fine era quello di destituire o destabilizzare il potere del governo. Infatti, già a partire dal I secolo a.c., vi era un gruppo politico-religioso, chiamato i Zeloti 3 , i quali praticavano ordinariamente omicidi per la libertà dall'occupazione straniera. Tuttavia, il fenomeno che più si avvicina al terrorismo moderno si viene a sviluppare tra l'XI e il XII secolo d.c., in Oriente in un'area situata tra l'Egitto e la Siria. Qui viveva una setta radicale, composta da musulmani, chiamata Hashishiyyn 4 . I membri di tale setta praticavano la pratica dell'assassinio, sia contro i cristiani che contro i musulmani sunniti, con lo scopo di abbattere l'ordine islamico costituito. Gli assassini, agivano in modo individuale o in gruppo, nascondendo coltelli sotto gli abiti così da restare nell'anonimato fino al momento dell'azione. L'esempio degli Hashishiyyn è importante in quanto mostra, da un lato “l'invariabilità dell'atto terroristico, almeno per quanto concerne il metodo, dall'altro la radice nichilista e autodistruttiva tipica del terrorismo moderno 5 . Accertate le radici del terrorismo, è solo nel XIV secolo, che il termine terrorismo entra a far parte del dizionario linguistico dei paesi dell'Europa occidentale, attraverso la lingua francese. Il termine 1 La parola terrorismo deriva dal latino “terrere” che significa atterrire, spaventare impaurire. 2 L.Bonanate, Terrorismo Internazionale, Giunti Gruppo Editoriale, Firenze, 2005. 3 I Zeloti è un gruppo politico-religioso che fu fondato da Giuda il Gallileo, svolsero un ruolo importante nella grande rivolta contro i Romani. Ebbero uno stretto rapporto con la comunità di Qumran, essi erano una sorta di partigiani, accaniti sostenitori dell'indipendenza del regno ebraico e dell'integralismo ebraico. 4 Secondo lo studioso Silvestre de Sacy il termine “hashishiyyn” deriva dall'arabo hashish, che significa erba fatta seccare. Da qui, probabilmente, si è fatto derivare il mito che gli assassini fossero fumatori di hashish, in quanto i loro capi di setta se ne sarebbero serviti per dare agli emissari un anticipo di quelle delizie paradisiache che avrebbero ricevuto una volta compiuta la loro missione. Gli assassini furono una setta ismaelita medievale, una diramazione estremistica del movimento sciita, il cui fondatore fu il persiano al-Hasan ibn al-Sabbāh. I membri di tale setta vivevano in villaggi arroccati sulle montagne, i giovani membri venivano addestrati militarmente e all'uso delle varie lingue, inoltre gli veniva inculcato l'obbedienza al capo e il disprezzo per la propria vita. Infatti la morte durante una missione era considerata un onore, mentre tornare vivi senza aver compiuto la missione, al contrario, era un disonore. In B. Lewis, The Assassin: a Radical Sect in Islam, Oxford University Press, Incorporated, 1987. 5 C. Di Stasio, La lotta multilivello al terrorismo internazionale, Giuffrè Editore, S.p.A., Milano, 2010. 12
Anteprima della tesi: La legislazione anti-terrorismo nel Regno Unito tra sicurezza pubblica e tutela dei diritti umani, Pagina 8

Preview dalla tesi:

La legislazione anti-terrorismo nel Regno Unito tra sicurezza pubblica e tutela dei diritti umani

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Zaccagnino
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni Internazionali
  Relatore: Giulia Caravale
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 181

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

human rights
counter terrorism
united kingdom
terrorism act 2000
anti-terrorism, crime and security act 2001
investigatory powers act 2016
counter-terrorism and security act 2015
justice and security act 2013
terrorismo nel regno unito
terrorismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi