Skip to content

L'ozio del detenuto

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO I: Elementi di personalità umana I.1 Le caratteristiche della personalità umana Quando parliamo di personalità consideriamo un insieme caratteristico e distintivo di comportamenti, pensieri ed emozioni che delineano il nucleo delle differenze individuali che si esplicano ogni qualvolta un individuo si rapporta con il mondo fisico e sociale. Per ottenere la descrizione esaustiva di una personalità si utilizzano aggettivi relativi ad alcuni aspetti della personalità stessa senza, però, soffermarsi sulla natura essenziale di questo elemento mater dell’unicità e della singolarità di ogni essere umano. Precursore dello studio della personalità fu Ippocrate che già tra il V e il IV secolo a.C., considerando ogni uomo come un microcosmo autonomo, tentò di individuare una correlazione tra patologie, temperamento e costituzione fisica attraverso l’osservazione dei fenomeni umani. Questa ricerca portò alla strutturazione della teoria umorale secondo cui nell’organismo sono presenti quattro liquidi, o umori, fondamentali: sangue, flegma, bile gialla e bile nera. Alle mescolanze tra gli umori, Ippocrate riconduce l’insorgere delle caratteristiche personali e in funzione della predominanza di uno fra i quattro elementi si distinguono quattro tipi di temperamento. Il primo, denominato melanconico, determinato dall’eccesso di bile nera, corrisponde ad un soggetto debole e pallido, dalla corporatura magra, tendenzialmente avaro e triste. Il secondo temperamento, detto collerico, si manifesta per un eccesso di bile gialla ed appartiene ad un soggetto magro e asciutto, ma di bel colorito, dal carattere irascibile, superbo, permaloso, furbo e tendente al comando. Il terzo, flegmatico, determinato dall’eccesso di flegma, descrive un individuo apatico, passivo, fedele, onesto e sereno. Infine, il temperamento sanguigno, prodotto dall’eccesso di sangue, o umore rosso, predispone un individuo ad essere rubicondo e gioviale, goloso, vivace ed irresponsabile. Naturalmente, tale teoria, costruita da colui che è considerato “padre della medicina” 1 , oggi non trova fondamenta scientifiche ma tracce di questo modello sussistono ancora nell’immaginario collettivo. Negli anni ’30 del XX secolo, Allport e Odbert, due psicologi della personalità, realizzarono uno studio analizzando il dizionario inglese alla ricerca di tutti i termini relativi alla personalità, trovandone circa 18.000. La lista fu ridotta successivamente a circa 4.500 termini e tale lavoro fu ripreso da altri ricercatori tra cui Raymond Cattell che, tramite il metodo dell’analisi fattoriale, rilevò 16 fattori determinanti. Circa vent’anni dopo, una metodologia simile fu impiegata dallo psicologo britannico Hans Eysenck che determinò due diadi di fattori di personalità: introversione-estroversione, asse che definisce il grado in cui un soggetto è orientato verso il proprio sé o verso il mondo esterno, e stabile-instabile, asse che definisce il fattore nevroticismo analizzando il grado di adattamento sociale di un soggetto. Tra un’estremità e l’altra sono indicate le 1  Ippocrate di Kos (460 a.C. – 377 a.C. terminus post quem) rivoluzionò il concetto di medicina, precedentemente associata alla teurgia e alla filosofia, introducendo una metodologia di studio sistematica e clinica, descritta nelle sue opere. 5
Anteprima della tesi: L'ozio del detenuto, Pagina 3

Preview dalla tesi:

L'ozio del detenuto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Selene Eulalia Cabras
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: UKE - Università Kore di Enna
  Facoltà: Scienze dell'Educazione
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Nicola Malizia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 59

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

rieducazione
carcere
detenzione
integrazione
rieducazione carceraria
ozio
integrità psicofisica
lavoro in carcere
elementi di personalità
patologie della personalità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi