Il principio del ne bis in idem e il giudicato penale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il principio del ne bis in idem - Lara Lunari I.2. La logica giuridica come strumento di accertamento della verità L’ unità della giurisdizione è l’ossessivo mito conseguente, perché nell’oliato sistema raziocinante non sono ammessi contrasti. L’ idealismo è il successivo passo filosofico che individua nello Stato, l’Ente supremo e perfetto che non può errare e nel quale l’uomo si sublima. La sentenza ha un valore assoluto perché promana dallo Stato e perché è il risultato di un procedimento logico. La motivazione è lo svolgersi di una concatenazione di argomentazioni di logica. Il procedimento logico ha ferree regole come la scienza e perciò il risultato a cui perviene è incontrovertibile e deve valere per tutti gli esseri raziocinanti.

Anteprima della Tesi di Lara Lunari

Anteprima della tesi: Il principio del ne bis in idem e il giudicato penale, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Lara Lunari Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12935 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 40 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.