La determinazione del premio dell'assicurazione dei depositi attraverso l'option pricing: un'applicazione al caso italiano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

L’evoluzione dell’assicurazione dei depositi nella teoria della banca 18 Per comprendere l’origine, la natura e gli obiettivi dell’assicurazione dei depositi è necessario conoscere la specificità della banca, come intermediario che opera in un contesto dove sono presenti: - costi di transazione sui mercati finanziari; - incertezza delle scelte di natura finanziaria; - asimmetrie informative. La peculiarità dell’attività bancaria risiede nelle tre principali funzioni svolte dalla banca: monetaria, creditizia e informativa. La funzione monetaria deriva dal fatto che le banche, a fronte della raccolta a vista, emettono strumenti di pagamento che hanno un costo contenuto ed un’alta capacità di sostituzione della moneta legale (moneta bancaria); l’elemento centrale su cui il sistema bancario agisce è la fiducia del pubblico nei confronti della capacità delle banche di garantire la trasformazione della moneta bancaria in moneta avente corso legale. Nel caso di mancanza di fiducia, la creazione di panico all’interno del sistema sarebbe inevitabile con conseguenze negative (corsa agli sportelli per il ritiro del denaro depositato). Per tale motivo, ma non solo, è sorta la necessità di introdurre forme di regolamentazione, tra le quali: la funzione di prestatore d'ultima istanza svolta dalla Banca Centrale e l’assicurazione dei depositi. La funzione creditizia mette in evidenza le principali caratteristiche dell’intermediario creditizio: rispetto ad altri intermediari, la banca è in grado di effettuare una trasformazione dei rischi e delle scadenze. La prima si concretizza nella capacità di offrire passività (depositi) a valore nominale costante e a rendimento certo in termini nominali, a fronte di contratti di finanziamento bilaterali, soggetti a rischi di credito, di interesse e di liquidità; in questo caso i depositanti sono immunizzati dai rischi degli investimenti finanziari mediante strumenti di indebitamento privi di rischi, divisibili e trasferibili e quindi facilmente liquidabili. La seconda consiste nel trasformare depositi a breve termine di modesta entità in finanziamenti a durata protratta d'ammontare rilevante e difficilmente negoziabili, poiché il loro valore economico è legato alla qualità e alla quantità delle informazioni riservate incorporate nel processo di selezione e controllo

Anteprima della Tesi di Marco Rosapane

Anteprima della tesi: La determinazione del premio dell'assicurazione dei depositi attraverso l'option pricing: un'applicazione al caso italiano, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marco Rosapane Contatta »

Composta da 364 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2510 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.