Skip to content

La questione irlandese sui quotidiani inglesi degli ultimi vent'anni

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 filmato televisivo. Un articolo può essere letto e riletto più volte, dunque è suscettibile di essere analizzato e consente una risposta meno istintiva ed immediata. Le reazioni emotive che possono facilmente essere provocate da immagini in movimento e suoni vengono in parte recuperate dalle foto e dalle vignette pubblicate spesso sui giornali, ma ad esse si aggiungono riflessioni più ponderate. Sicuramente, il problema del rapporto fra la stampa britannica e la questione irlandese presenta molte sfaccettature. Pertanto, esso può essere affrontato solo a settori. Le notizie ricevono ovviamente un diverso trattamento a seconda che siano pubblicate da settimanali piuttosto che da mensili o quotidiani. Inoltre, per quanto concerne la stampa inglese, è necessario tenere conto anche della divisione fra i giornali popolari e i cosiddetti qualities. Si è ritenuto opportuno scegliere i quotidiani perché è su di essi che, giorno dopo giorno, si forma progressivamente l'opinione pubblica. Inoltre, è stato così possibile vedere le differenze di trattamento delle varie notizie per cercare di identificare i criteri secondo i quali un evento è considerato più importante o notiziabile di altri. Generalmente, i settimanali e i mensili pubblicano servizi su un determinato problema solo in occasione di avvenimenti particolarmente coinvolgenti o nel caso di inchieste specifiche, pertanto un esame di questo tipo particolare di stampa non avrebbe permesso di tenere conto di tutte le fasi che hanno progressivamente portato alla situazione attuale. Fra i quotidiani, si è operata una prima scelta decidendo di optare per la stampa di qualità. Certamente, non è in base ad essa che la gente comune si forma le proprie convinzioni, dal momento che i lettori di queste pubblicazioni si collocano ad un livello culturale medio-alto. Ma l'elemento interessante è proprio questo: osservare come i ceti più elevati si pongono nei confronti di una questione così delicata. La cultura che essi pretendono di possedere permette loro una visione più critica ed obiettiva del problema? O sono anch'essi vittime dell'emotività e della necessità di salvarsi la faccia nei confronti della comunità internazionale? Per cercare di dare una risposta a questi interrogativi, l'interesse è ricaduto su due testate che, per le loro peculiarità, sono state ritenute idonee alla ricerca. Da un lato, il Times, quotidiano di orientamento conservatore, è l'espressione per antonomasia del giornalismo inglese. Dall'altro lato, il Guardian (ex Manchester Guardian) ha tendenze più liberali e, fin dalla sua nascita, si è proposto quale paladino dello Home Rule for Ireland (autogoverno per l’Irlanda). In una stampa piuttosto omogenea quale sembra essere quella britannica, si è ritenuto che un confronto fra due quotidiani dall'orientamento politico difforme potesse fornire risultati significativi ed interessanti. I disordini in Irlanda del Nord sono cominciati nel 1969, con l’invio dei soldati inglesi, e sono durati venticinque anni. Nel presente studio, pur accennando anche alla situazione precedente, l’attenzione è stata focalizzata sugli ultimi vent’anni per la loro
Anteprima della tesi: La questione irlandese sui quotidiani inglesi degli ultimi vent'anni, Pagina 2

Indice dalla tesi:

La questione irlandese sui quotidiani inglesi degli ultimi vent'anni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Daniela Cipollone
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1994-95
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Annalisa Carlotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 220

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adams
guerra civile irlanda
ira
ira irlanda
irlanda
questione irlandese
sinn fein
stampa britannica
terrorismo
the guardian
the times
ulster

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi