La tutela della privacy nella pubblica amministrazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 potuto accrescerne l’impopolarità. 6 Questa duplicità di punti di vista può essere ritrovata, al di là della specifica cultura americana e con caratteristiche progressivamente più marcate, nei dibattiti sulla privacy fino ai nostri giorni. I problemi della privacy, indicano, in sostanza, l’esistenza di un profondo processo di revisione dei criteri di classificazione delle informazioni personali, secondo una scala di valori rinnovata, in cui il massimo di opacità dovrebbe essere garantito alle informazioni suscettibili di provocare pratiche discriminatorie e il massimo di trasparenza a quelle che, inerendo alla sfera economica dei soggetti, concorrono a determinare decisioni di rilevanza collettiva. Appare chiaro che questo processo di revisione è direttamente condizionato dall’ormai avanzatissima trasformazione del sistema informativo nel suo complesso, di cui il trattamento delle informazioni per mezzo dei computer costituisce soltanto una parte. Il caratterizzarsi della nostra organizzazione sociale, sempre più come società basata sull’accumulazione e la circolazione delle informazioni, comporta la nascita di una vera e propria nuova "risorsa" di base, alla quale si collega lo stabilirsi di nuove situazioni di potere. Sorge così il problema di legittimare questo potere basato sull’informazione; e questo processo di legittimazione si svolge lungo una strada che parte dalla dimostrazione dell’impossibilità, per lo stato e per l’industria, di rinunciare ad un’infrastruttura informativa sempre più estesa e sofisticata e giunge alla promessa di una garanzia effettiva, o addirittura di un’espansione, dei tradizionali diritti individuali. L’esistenza di un deciso orientamento in questo senso è dimostrata anche dal fatto che l’industria dei computer si è direttamente impegnata, ad esempio in Svezia, nella promozione di leggi tendenti a garantire i diritti dei cittadini nei confronti delle raccolte automatizzate di dati, proprio per evitare che il diffondersi di preoccupazioni o sospetti potesse deprimere l’acquisto di computer, soprattutto da parte della Pubblica Amministrazione. 7 6 Cfr. WESTIN A.F., Privacy and freedom, New York, 1970. 7 Per informazioni più analitiche, si veda RODOTA’ S., Elaboratori elettronici e controllo sociale, op. cit.

Anteprima della Tesi di Lorenzo Gherardi

Anteprima della tesi: La tutela della privacy nella pubblica amministrazione, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Lorenzo Gherardi Contatta »

Composta da 303 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10566 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.