Il modello dell'Economic Value Added (EVA) e l'esperienza del gruppo Siemens

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Total Quality Management, Quality Circles, Reengineering, Just in Time, Benchmarking e più recentemente a Outsourcing e Activity Based Costing.7 Una prima differenza è che il modello dell’EVA fornisce una logica operativa e decisionale di portata generale, non soluzioni specifiche e circoscritte e quindi, per quanto utili, parziali. Ovviamente neanche l’EVA è in grado di spiegare e ricomprendere ogni aspetto di una realtà così complessa e composita quale quella d’impresa; tuttavia, partendo da logiche finanziarie, esso individua categorie interpretative e decisionali comuni, condivisibili e comprensibili a tutte le funzioni, tutte le attività e tutti i livelli gerarchici, nonché ai mercati finanziari, rappresentando potenzialmente un significativo contributo strategico, organizzativo e comunicativo. Una seconda differenza è che il successo dell’EVA è legato crucialmente a cambiamenti istituzionali, competitivi e finanziari aventi carattere strutturale e prevedibilmente duraturo; al di là quindi delle sigle, dei protagonismi consulenziali e dei possibili aggiustamenti operativi, i fondamenti teorici e l’approccio del modello (in particolare, l’attenzione ai processi di creazione del valore e ad adeguate e coerenti misure di performance, al costo del capitale proprio, ai sistemi di incentivazione, all’integrazione fra strategia e finanza) sono presumibilmente destinati a perdurare e a contare sempre più nelle modalità gestionali prevalenti ed in maniera maggiormente omogenea nei diversi sistemi – paese. 6 Questo è vero anche per esplicita e ripetuta ammissione dei suoi “inventori”; J. Stern dichiara ad esempio: “The financial concepts underlying EVA� were not, of course, invented at Stern Stewart & Co.”, Stern Stewart EVA� roundtable, in Journal of Applied Corporate Finance, Volume 7, Number 2, Summer 1994, pag. 46.

Anteprima della Tesi di Stefano Ren

Anteprima della tesi: Il modello dell'Economic Value Added (EVA) e l'esperienza del gruppo Siemens, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Ren Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16039 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 95 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.