Calibrazione a terra dello strumento VIMS-V

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 Le dimensioni delle orbite, la loro inclinazione rispetto alla congiungente Sole- Saturno e rispetto all’equatore di Saturno sono state decise in base alle esigenze scientifiche, che includono la mappatura di Titano, passaggi ravvicinati ai satelliti ghiacciati, e, ovviamente, lo studio di Saturno e dei suoi anelli. Titano è l’unico sa- tellite abbastanza grande da fornire una valida assistenza per un cambio di orbita ef- fettuato utilizzando il già citato l’effetto fionda. Gli altri piccolo satelliti ghiacciati possono solamente essere utili per aggiustamenti di traiettoria, grazie alle perturba- zioni che possono apportare alla traiettoria stessa dell’Orbiter. L’insieme delle orbite che verranno effettuate dall’Orbiter durante la sua missione è stato chiamato “Tour T18-3”. Esso consiste in una serie di 70 orbite attorno a Sa- turno, 43 passaggi ravvicinati a Titano e 7 ai satelliti ghiacciati. Il T18-3 è il risulta- to di un lungo lavoro di simulazione al computer teso non solo a massimizzare il numero delle orbite svolte attorno a Saturno ed ai suoi satelliti, ma anche ad ottene- re distanze le più piccole possibili durante i suddetti passaggi ravvicinati.

Anteprima della Tesi di Francesco Carraro

Anteprima della tesi: Calibrazione a terra dello strumento VIMS-V, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Francesco Carraro Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 663 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.