Skip to content

La responsabilità contrattuale ed aquiliana del fornitore di servizi telematici

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
LA SOCIETÀ DELL’INFORMAZIONE GLOBALE 9 favoriranno lo sviluppo dell’INTERNET 23 (anche se questo fenomeno è entrato con un certo ritardo in Europa rispetto agli USA) 24 , la capacità trasmissiva delle reti, e soprattutto lo sviluppo della capacità di trasportare velocemente grandi quantità di dati, informazioni, immagini, suoni trova una sua giustificazione nello sviluppo delle esigenze dell’utenza affari e nella crescita dei servizi multimediali 25 destinati agli utenti residenziali. 23 INTERNET non è un’entità fisica o tangibile, ma piuttosto una gigantesca rete che interconnette un numero infinito di gruppi più ristretti di reti informatiche collegate fra loro. Si tratta dunque di una rete di reti, autosufficienti e capaci di trasmettere rapidamente comunicazioni senza una diretta partecipazione o controllo umano. INTERNET è un insieme di reti collegate tra loro da protocolli tecnici comuni che consentono agli utenti di una certa rete di comunicare con utenti di un’altra rete ovvero di utilizzare servizi propri di questa. Il protocollo di comunicazione comune è denominato TCP/IP (Transmission Control Protocol / Internet Protocol). La forza di INTERNET è proprio l’utilizzo di un protocollo che è un insieme di regole pubbliche, aperte a tutti (c.d. reti aperte o open system), che permette l’interconnessione di reti anche molto differenti, indipendentemente dalla tecnologia usata da ogni parte. Vedi PASCUZZI G., Scoperte scientifiche, invenzioni e protocolli relativi ad INTERNET, in AIDA, vol. V, 1996, p. 161 e ss.; nonchè dello stesso autore Cyberdiritto. Guida alla banche dati italiane e straniere alla rete INTERNET e all’apprendimento assistito da calcolatore, Zanichelli, 1995. 24 Ciò deriva dal fatto che l’Europa non aveva partecipato all’elaborazione del progetto ed in ogni caso viste le diverse condizioni geografiche (le distanze all’interno degli Stati Uniti sono enormi) l’europa non ne sentiva il bisogno. Inoltre negli Stati Uniti la diffusione di personal computer per famiglia è dell’ordine del 35%, mentre in Europa la media è del 17% (leader il Regno Unito con il 22%), ed in Italia solo del 12%. La svolta più importante per la diffusione della telematica nel nostro paese al di fuori di utenze professionali o elitarie, si ha però con la comparsa in Italia di Bulletin Board Systems (una BBS è un’interfaccia di comunicazione tra utenti di computers diversi, basato su software spesso gratuito o comunque di basso costo e che può funzionare su normalissimi personal computers, il quale permette a utenti remoti di accedere a un computer locale per prelevare o depositare posta e files o eseguire programmi) facenti parte della rete FIDONET. Oltre a tutti i suoi meriti intrinseci dovuti al fatto di essere un mezzo comunicativo a basso costo e diffusione pressoché mondiale, l’importanza di FIDONET è quella di essere stata il maggior veicolo di socializzazione della telematica in Italia al di fuori degli ambienti specialistici (cioè sostanzialmente al di fuori dell’università, della pubblica amministrazione e delle grandi aziende). 25 L’ottava Commissione permanente del Senato ha deliberato il 2 Agosto 1994 un Indagine conoscitiva sulla multimedialità (sfociata nella pubblicazione edita dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri del 7 Febbraio 1995), essa analizzando il sistema delle TLC e il mercato audiovisivo riteneva nei successivi cinque-sette anni, che: a) si possa creare un ambiente favorevole alla creazione di nuovi servizi a valore aggiunto e multimediale; le infrastrutture possano adeguarsi alle necessità di cui al punto a); b) possano accrescersi la capacità e la competitività dell’industria nazionale nel sostenere lo sviluppo della multimedialità e del relativo mercato; c) possa trasformarsi l’assetto del sistema radiotelevisivo attraverso: l’utilizzo più razionale delle frequenze, il cablaggio del territorio nazionale, l’utilizzo del satellite, l’applicazione del video on demand che consente la trasmissione del video con il normale doppino telefonico in rame; d) possano ulteriormente svilupparsi i servizi di telecomunicazione mobili (utilizzo del DECT); e) possa accrescersi in particolare lo sviluppo congiunto di TLC ed informatica attraverso una maggiore interoperabilità tra sistemi e una più spinta standardizzazione.
Anteprima della tesi: La responsabilità contrattuale ed aquiliana del fornitore di servizi telematici, Pagina 8

Preview dalla tesi:

La responsabilità contrattuale ed aquiliana del fornitore di servizi telematici

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Castiglione
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Sassari
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Vincenzo Zeno Zencovich
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 514

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

banche dati
concorrenza sleale
danno informatico
danno non patrimoniale
danno patrimoniale
diritto d'autore
domain name
firma elettronica
internet
responsabilità civile
responsabilità contrattuale
contratti telematici
servizi telematici
tutela della privacy
inadempimento contrattuale
articolo 2043 del codice civile
responsabilità aquilana
diritto delle telecomunicazioni
servizi informatici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi