Aspetti dell'interazione di Gliocladium roseum e Trichoderma spp. con Fusarium culmorum e frumento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Gliocladium, hanno suscitato grande interesse da parte dei ricercatori e recenti documenti testimoniano la loro attività nei confronti di diversi patogeni responsabili del “mal del piede”; in particolare è stata studiata l’attività di G. roseum nei confronti di F. culmorum su frumento (Knudsen et al., 1995; Jensen et al., 1995) e di G. roseum e varie specie di Trichoderma contro Fusarium culmorum, F. graminearum e F. nivale. su frumento (Roberti et al., 1997, 2000) sia nel caso di infezione seminale che del terreno. Gli antagonisti fungini, che trovano impiego contro patogeni terricoli o seminali, possono essere applicati nel terreno o sul seme. La somministrazione al terreno consente di ottenere buoni risultati in quanto questi microrganismi, per lo più di origine tellurica, vengono reintrodotti in un habitat a loro congeniale, e quindi possono facilmente colonizzarlo. Il terreno, per le sue caratteristiche chimico-fisiche, per le escursioni termiche moderate e per le abbondanti quantità di nutrienti, risulta, infatti, favorevole al mantenimento degli inoculi. Tuttavia l’applicazione al terreno, richiede quantità notevoli di antagonisti e quindi è realizzabile soprattutto in ambienti controllati e protetti come le serre oppure in vivai realizzati in campo. L’impiego di antagonisti direttamente sul seme consente, invece, di ridurre notevolmente le quantità di biomassa da distribuire e permette di creare attorno ad esso una “nicchia” di protezione efficace nella quale la piantina può svilupparsi al riparo dagli attacchi di patogeni terricoli. Molti antagonisti, infatti, hanno la caratteristica non solo di accrescersi dopo la loro applicazione sul seme e di seguire lo sviluppo dell’apparato radicale, ma anche di costituire una popolazione stabile a livello della rizosfera: in questo caso si parla di antagonisti “rhizoshere competent”, cioè dotati di competenza rizosferica (Ahmad e Baker, 1987).

Anteprima della Tesi di Luciana De Vero

Anteprima della tesi: Aspetti dell'interazione di Gliocladium roseum e Trichoderma spp. con Fusarium culmorum e frumento, Pagina 12

Tesi di Dottorato

Dipartimento: DIPROVAL

Autore: Luciana De Vero Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1866 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.