''Queer as a Clockwork Orange'': la narrativa distopica di Anthony Burgess

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Non stupisce dunque che egli mettesse al primo posto, tra le capacità dello scrittore, quella facoltà straordinaria e fondamentale che consiste nel disporre le parole in nuovi, sorprendenti stilemi che, miracolosamente, riflettono qualche impensata, e fino ad allora non mai intraveduta, verità sulla vita 28 , in cui ‘stilemi’ è la libera traduzione di R. Mainardi dell’inglese patterns 29 , vocabolo preso in prestito direttamente dalla terminologia musicale. Se è vero che ogni fase del pensiero ha un suo linguaggio particolare, allora è il linguaggio stesso che, con chiaro riferimento allo stream of consciousness, deve rivelare e descrivere “the movements and actions of a man’s mind” 30 . Nello stesso tempo, però, language is not for Burgess merely a medium in which thoughts are expressed but a preordained structure which, like climate and diet, determines our thoughts. 31 Burgess dimostra dunque di aver assimilato la lezione dei modernisti e di Joyce in particolare ed è ben consapevole delle possibilità offerte dal romanzo polifonico 32 . Da Joyce prese e sviluppò inoltre gli schemi narrativi della fuga e del contrappunto, la tecnica di spostare “fragments from the episode and placing them at the beginning, to make a kind of prelude to the fugue” 33 nonché l’abbondante uso nel testo di termini 28 A. Burgess, Shakespeare, [1970], nella trad. di R. Mainardi, Rusconi, Milano, 1981, p. 46. 29 Cfr. S. Coale, op. cit., p. 135. 30 Ibid. 31 T. Stumpf, “The Dependent Mind: A Survey of the Novels of Anthony Burgess”, in Anthony Burgess Newsletter, Issue 3, December 2000, p. 9. 32 Nonostante Bakhtin avesse introdotto il concetto di polifonia nel suo primo lavoro Problems of Dostojevsky’s Art pubblicato in Russia già nel 1929, le sue tesi non furono conosciute all’estero almeno fino al ’63, quando l’opera venne pubblicata in un’edizione ampliata anche in Europa. Cfr. D. Lodge, Modern Critic Theory: A Reader, Longman, London, 1988. 33 Joysprick, Andre Deutsch, London, 1973, p. 83.

Anteprima della Tesi di Davide Boscacci

Anteprima della tesi: ''Queer as a Clockwork Orange'': la narrativa distopica di Anthony Burgess, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Davide Boscacci Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5348 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.