Skip to content

Applicazione di tecniche di intelligenza artificiale per lo studio della relazione fra l’inquinamento atmosferico e le sue concause

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
14 Il costante incremento delle concentrazioni al suolo è dimostrato dal confronto tra i livelli di fondo attuali misurati in Europa, mediamente superiori a 80 µ g m -3 , e misure effettuate nel secolo scorso nei pressi di Parigi, che indicavano valori di 20 µ g m -3 . Questo incremento, che si osserva nelle aree più popolate, indica una modifica dell'equilibrio chimico della troposfera che deve essere attentamente seguita e studiata al fine di una migliore comprensione dei fenomeni in gioco. 1.1.9 Tossicità dei principali inquinanti Il monossido di carbonio è un gas tossico, invisibile e inodore. La pericolosità del CO è dovuta al suo rapido assorbimento per via polmonare, dove si fissa all'emoglobina del sangue impedendo il trasporto dell'ossigeno ai tessuti corporei. Si determinano così danni agli organi ad alta richiesta d'ossigeno quali cervello e cuore. Il tempo di comparsa dei sintomi di intossicazione è dovuto, oltre alla concentrazione, anche all'attività fisica, poiché l'assunzione del CO aumenta con la ventilazione polmonare. L'inalazione del biossido d'azoto determina un'intensa irritazione delle vie aeree. L'inspirazione del gas a concentrazioni elevate può portare a bronchiti, edema polmonare, enfisema o fibrosi. Inoltre studi sperimentali hanno dimostrato che l'esposizione a NO 2 indebolisce il sistema immunitario perché riduce il numero di cellule produttrici di anticorpi nella milza. A causa della sua volatilità il benzene viene facilmente inalato ed assorbito dagli eritrociti e dalle proteine plasmatiche e trasferito a tutti gli organi e tessuti ricchi di lipidi esercitando effetti tossici. In particolar modo esso colpisce il sistema nervoso centrale generando euforia, vertigini, cefalea, nausea e depressione. L'International Agency for Research on Cancer [IARC83] ha classificato il benzene nel gruppo 1, cioè tra le sostanze per le quali esiste un'evidenza accertata sull'induzione di tumori nell'uomo. A differenza del benzene, toulene e xileni non inducono lo sviluppo di cellule cancerogene, ma svolgono anch'essi azione depressiva sul sistema nervoso centrale, con effetti di tipo inebriante o anestetico. L'esposizione al toulene durante il periodo di gravidanza può provocare malformazioni teratogeniche. Il biossido di zolfo è un potente agente broncocostrittore. La gravità dell'intossicazione dipende da vari fattori quali la concentrazione e l'umidità dell'aria inalata, il grado di reattività individuale, ecc. L'associazione del biossido di zolfo con il particolato atmosferico è in grado di produrre fenomeni fisiopatologici anche a bassissime concentrazioni. Il 3-4-benzo(α )pirene, della famiglia degli idrocarburi policiclici aromatici, una volta emesso (soprattutto dal gas di scarico degli autoveicoli) si diffonde nell'aria sotto forma di fuliggine o legato al particolato. Il 3-4-benzo(α )pirene che si associa al particolato più fine può facilmente venire inalato poiché i tempi di esposizione sono piuttosto lunghi. L'International Agency for Research on Cancer ha riconosciuto il 3-4- benzo(α )pirene come causa certa di mortalità per cancro al polmone [IARC83]. L'ozono è un gas a forte azione irritante per le mucose. Fra gli effetti acuti, dipendenti dalla concentrazione e dalla durata dell'esposizione, si evidenziano irritazione agli occhi, al naso, alla gola e all'apparato respiratorio. In caso di sforzi fisici l'azione irritante risulta più intensa. Per gli effetti a lungo termine esistono indicazioni in base
Anteprima della tesi: Applicazione di tecniche di intelligenza artificiale per lo studio della relazione fra l’inquinamento atmosferico e le sue concause, Pagina 12

Preview dalla tesi:

Applicazione di tecniche di intelligenza artificiale per lo studio della relazione fra l’inquinamento atmosferico e le sue concause

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Della Torre
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Ingegneria dell'informazione
Anno: 2001
Docente/Relatore: Flavio Bonfatti
Istituito da: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Dipartimento: Scienze dell'ingegneria
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 160

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi di dati
intelligenza artificiale
pattern recognition
previsione
principal component analysis
radial basis function
reti a strati
reti neurali
serie numeriche
sistemi ibridi
inquinamento atmosferico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi