Skip to content

Le lettere familiari di Giulio Perticari

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 L’ultimo e più consistente gruppo di lettere indirizzate al padre, 115 4 , copre il periodo che va dal 2 Novembre 1801 al 9 Ottobre 1804 (pochi giorni prima della morte di Andrea Perticari, avvenuta il 26 Ottobre), durante il quale Giulio studiò matematica e giurisprudenza laureandosi nell’Archiginnasio Romano, e cominciò a stampare le sue prime opere: un poema in versi sciolti (che in seguito Perticari rifiutò) intitolato Il Pianeta Piazzi 5 ; parecchie poesie, fra le quali una versione de Le Nozze di Teti e Peleo di Catullo 6 ; un poemetto in ottava rima improvvisato insieme a Luigi Biondi 7 e al Marchese Giancarlo Di Negro 8 intitolato L’Aurora, del 1802. Questa sezione dell’Epistolario ci mostra un Perticari attento (e, in qualche modo, coinvolto) alla delicata situazione politica dell’Italia, resa incerta dalla presenza austriaca da una parte e da quella francese dall’altra, dalle aspettative della Chiesa e da quelle dei patrioti nazionalisti. A Roma il Governo gestiva questi delicati equilibri, senza far trapelare nulla delle sue decisioni e degli accordi presi lasciando così largo spazio alle voci, alle chiacchiere e alle supposizioni della maggior parte, voci che Perticari riferì al padre come prova della precaria situazione della Penisola alla ricerca di una stabilità politica e sociale. Per rimanere all’interno della famiglia Perticari, fra gli altri suoi corrispondenti troviamo i tre fratelli 9 : Giuseppe (29 lettere degli anni 1783 – 1819), Giordano (20 lettere, dal 1801 al 1817) e Andrea (7 lettere, 1781 – 1797). Non si tratta di lettere di particolare rilevanza letteraria (almeno quelle a Giordano e ad Andrea), quanto di comunicazioni familiari relative alla vendemmia e all’olio, ai profitti e alla salute del resto della famiglia. 4 Di queste lettere, 107 sono sicuramente scritte da Roma, mentre le rimanenti 8, pur essendo senza data né luogo di provenienza, sono, con tutta probabilità, del periodo compreso fra il 1798 e il 1804. 5 Per il matrimonio del Cavaliere Francesco Belluzzi pesarese con la Contessa Maria Zauli di Faenza (1802). 6 Le Nozze di Teti e Peleo, poema di Catullo volgarizzato da Alceo Compitano. Versi offerti agli Eccellentissimi Signori il Conte Alessandro Compagnoni Marefoschi Cavaliere Geroslimitano e la Principessa D. Camilla Rospiglioni Pallavicini in occasione delle loro acclamatissime nozze, Roma 1803. Alceo Compitano era il nome simpemenico di Perticari, cui si aggiunse l’attributo “Coronato” poiché nella seduta inaugurale fu incoronato poeta. 7 Luigi Biondi (Roma 1776 – ivi 1839). Fu membro di varie accademie, tra cui la Simpemenia Rubiconia de’ Filopatridi e la Eleutera Catecia Tiberina (una colonia dell’Accademia Savignanese, fondata a Roma dal Perticari e da noti uomini di cultura come Borghesi e Amati di Savignano, Don Pietro dei Principi Odescalchi, il Marchese Di Negro, Salvatore Betti ed altri), alle adunanze arcadiche delle quali partecipò con poesie per lo più estemporanee. Nel 1819 fu tra i fondatori del Giornale Arcadico, cui collaborò soprattutto con articolo sulla Divina Commedia. Grande amico di Giulio, scrisse In morte di Giulio Perticari, Genova, Tipografia Pagano, 1823. Per altre note biografiche cfr. ISTITUTO DELLA ENCICLOPEDIA ITALIANA FONDATA DA GIOVANNI TRECCANI, Dizionario Biografico degli Italiani, Roma 1968, vol. 10, pp. 534-535. 8 Giancarlo Di Negro (Genova 1769 – ivi 1857). Stimato autore di numerosi componimenti in versi, fu noto, in Italia e fuori, soprattutto per le conversazioni in accademie letterarie che si tennero per più di mezzo secolo nelle stanze della sua villa genovese per opera di letterati, artisti, scienziati, uomini politici italiani e stranieri. Perticari fu uno dei grandi nomi ospiti del Marchese (fra gli altri: Monti, Foscolo, Pindemonte, Giordani, Manzoni, Byron, Balzac, Carlo Alberto) e proprio nel corso di una festa nella celebre villa, il 21 Luglio 1825, fu inaugurato il busto innalzato in memoria di Giulio per volere del Di Negro.
Anteprima della tesi: Le lettere familiari di Giulio Perticari, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Le lettere familiari di Giulio Perticari

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Carboni
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1995-96
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Achille Tartaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 110

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

costanza monti
epistolario di giacomo leopardi
pietro bembo
questione della lingua
vincenzo monti
romanticismo
storia della lingua italiana
giulio perticari
epistolari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi