Grande Fratello: un prototipo di merce simbolica a distribuzione globale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 Infatti il puro attore parasociale “è conosciuto perché lo si conosce”. Questa teoria è applicabile anche nei confronti di coloro che recitano ruoli di finzione. Infatti molti telespettatori considerano i personaggi delle soap opera o degli sceneggiati televisivi alla stregua di persone reali a cui rivolgersi via lettera per ottenere consigli. Il rapporto parasociale può inoltre svincolarsi dal momento della fruizione di uno specifico medium elettronico. Questo accade ad esempio nelle interazioni quotidiane con gli amici o con i colleghi quando gli individui discutono commentando le vicende degli amici parasociali di cui condividono la conoscenza. L’interazione parasociale è molto simile a ciò che J.B. Thompson definisce “quasi- interazione mediata”. Essa designa il tipo di relazione sociale che si instaura attraverso la fruizione dei mezzi di comunicazione di massa : libri, giornali, radio e soprattutto televisione. Thompson la contrappone alla “interazione faccia a faccia”. Coloro che prendono parte alla “interazione faccia” condividono il medesimo sistema di riferimento spazio-temporale istituito dal contesto di compresenza fisica. Essere materialmente accessibili gli uni agli altri permette ai partecipanti di generare un flusso di informazioni e comunicazioni a due direzioni in virtù del quale è possibile scambiarsi vicendevolmente i ruoli di emittente e destinatario. Oltre a ciò, oltre al fatto di essere dialogica, l’interazione faccia a faccia permette il ricorso ad un vasto repertorio di indizi simbolici (espressioni, simboli rappresentativi, messaggi di relazione) che, integrando gli enunciati verbali, contribuiscono alla corretta interpretazione della situazione da parte degli interlocutori. Un’ulteriore caratteristica costitutiva di questo tipo di relazione è data dal fatto che gli individui coinvolti sono persone determinate. Ciò non è invece riscontrabile nella “quasi-interazione mediata” che consiste nella produzione di forme simboliche rivolte ad un insieme indefinito di potenziali riceventi. Inoltre essa dispiega un flusso della comunicazione prevalentemente unidirezionale. Si deve proprio a questo minor grado di specificità e reciprocità la connotazione di “quasi-interazione”. Tuttavia si tratta pur sempre di un tipo di relazione sociale, per quanto sui generis, che, coinvolgendo gli attori in un processo di comunicazione e scambio simbolico, crea una particolare situazione sociale la cui struttura si articola nella separazione di ruolo fra produttori e riceventi. Così determinati individui svolgono la funzione di emittenti producendo forme simboliche rivolte a persone anonime non fisicamente presenti mentre una massa

Anteprima della Tesi di Pierpaolo Ferraro

Anteprima della tesi: Grande Fratello: un prototipo di merce simbolica a distribuzione globale, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Pierpaolo Ferraro Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4221 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.