La risarcibilità del danno biologico da morte

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 Si fa unicamente ricorso all’indice dell’età rapportata alla longevità media di una persona in relazione al sesso, riferito al reddito nazionale medio. Il metodo tradizionale per il risarcimento del danno alla persona non rappresenta più l’unico possibile. Esso fa riferimento non ad un valore positivo ma ad un valore negativo, ossia non alla valutazione dell’uomo che viene menomato dalla lesione, ma alla perdita di reddito che si assume conseguente alla lesione (Gennaro Giannini in “il danno alla persona come danno biologico”). Segue la nota decisione del Tribunale di Genova del 25/5/1974 (in Giur. Ital., 1975, I, 2, 54, con il commento adesivo di BESSONE e ROPPO) per la quale << nell’ipotesi di lesioni fisiche della persona occorre considerare due distinti profili, per la determinazione del danno: da un lato il pregiudizio di ordine patrimoniale subito (da accertarsi nella sua concreta effettività) dall’altro e cumulativamente il pregiudizio non patrimoniale consistente nel <>, e cioè nella LESIONE DELL’INTEGRITA’ PSICO-FISICA IN SE’ E PER SE’ CONSIDERATA (il cui risarcimento deve variare solo con il variare dell’età del danneggiato)>>. Bessone riconosce il coraggio innovativo di questa pronuncia per l’emergere a dignità di tutela giuridica di valori ed interessi un tempo trascurati. Un tale sistema di determinazione del danno suggerisce alcuni rilievi sulla figura del medico-legale. La gran parte delle <> medico-legali hanno provveduto ad elaborare tabelle che, con semplificazione ed automatismo arbitrari, meccanicamente forniscono il risultato di un giudizio del quale si sono appena ribaditi i caratteri di superiore complessità così da offrire dati della cui aderenza alla realtà sembra legittimo dubitare.

Anteprima della Tesi di Rachele Valeria Putignano

Anteprima della tesi: La risarcibilità del danno biologico da morte, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Rachele Valeria Putignano Contatta »

Composta da 116 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7019 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.