Il rischio di interesse e gli strumenti per un suo controllo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 I.2. - L’equilibrio finanziario ed economico nella gestione finanziaria delle aziende di credito La gestione finanziaria costituisce l’attività caratteristica degli inter- mediari creditizi. Essa è diretta a conciliare le esigenze di prenditori e pre- statori di fondi e si esprime nell’<> 5 . La gestione finanziaria può essere considerata sotto due profili diver- si: quello finanziario e quello economico 6 . Per quanto riguarda il pro-filo fi- nanziario, esso consiste nel coordinamento (nel breve e medio/lun-go termi- ne) della dinamica temporale dei flussi generati dal movimento degli impie- ghi e delle fonti aziendali. Per quanto riguarda il profilo economico, esso consiste nel conseguimento di una vantaggiosa differenza tra costi e ricavi risultanti dall’acquisizione, allocazione e riallocazione delle risorse. L’equilibrio finanziario della gestione dipende dalla combinazione dei flussi finanziari positivi e negativi (entrate e uscite di cassa) che gli 5 A. FERRARI, “La gestione finanziaria”, in P.L. FABRIZI (a cura di), La ge- stione dei flussi finanziari nelle aziende di credito, Giuffrè, Milano, 1990, p. 206. 6 Cfr. P. MOTTURA, “Gestione finanziaria e gestione integrata dell’attivo e del passivo nelle aziende di credito”, in P.L. FABRIZI (a cura di), La gestione integrata dell’attivo e del passivo nelle aziende di credito, Giuffrè, Milano, 1991, pp. 7-18. Più a- naliticamente in: A. FERRARI, “La gestione finanziaria”, cit., pp. 206-214.

Anteprima della Tesi di Sue Virginia Russo

Anteprima della tesi: Il rischio di interesse e gli strumenti per un suo controllo, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Sue Virginia Russo Contatta »

Composta da 234 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6529 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.