I racconti di Giorgio Caproni

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 quotidiani 14 di impegno sociale: è il Caproni del dopoguerra che, dopo l'ultima ermetica poesia di Cronistoria, sente il bisogno di raccontare l'incolmabile vuoto, "l'assenza di canto" degli anni di guerriglia : […] una stagione, lo sappiamo tutti, che non permise nemmeno nella speranza del riscatto la minima euforia, mai come allora la morte e la tortura […] avendo circolato fra noi con così plumbeo piede. Tanto che perfino la ribellione aperta esplose senza il minimo romanticismo e perciò senza un canto (nemmeno un Berchet, nemmeno un Mameli o un Mercantini), frutto di una volontà così intensamente sofferta da inibire ogni consueto e, possiam dire, tradizionale sfogo o incitamento che non fosse anch'esso azione pura. 15 Racconti come Il labirinto, La Liguria non cede (1946) 16 , Sangue in Val Trebbia (1949), riescono con chiarezza a delineare la tragedia umana dei partigiani, ponendo maggior attenzione ai sentimenti e alle speranze (spezzate) dei protagonisti che alle vicende belliche: si respira l'odio e l'impotenza delle donne costrette ad abbandonare le proprie case, ma anche i dubbi paralizzanti che incatenano l'autore quando, in prima persona, narra le vicende che ha vissuto e sofferto con un'estrema e fragile sensibilità, spesso inadatta all'azione e a rapide prese di posizione; tanto che nel Labirinto il capo della

Anteprima della Tesi di Alessandro Cioni

Anteprima della tesi: I racconti di Giorgio Caproni, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alessandro Cioni Contatta »

Composta da 213 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4052 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.