Skip to content

I servizi di assistenza agli utenti per l'accesso alla documentazione comunitaria europea

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 and readers. Esso è indicato, dalle principali pubblicazioni sul tema, come la prima teorizzazione del nuovo servizio che si stava sviluppando nelle biblioteche. Nel suo articolo, Green innanzitutto presenta la nuova utenza che si reca in biblioteca e ha bisogno di aiuto: «quando studiosi e persone di posizione sociale alta vengono in biblioteca, hanno abbastanza dimestichezza, in base alla cordialità con cui vengono accolti, per esporre i propri desideri senza timidezza o riservatezza. Le persone modeste negli umili passi della vita, e i ragazzi bene educati, hanno bisogno di incoraggiamento prima che si sentano pronti a parlare liberamente di quello che vogliono.» 5 (GREEN 1876, p. 74). Green, quindi, delinea la figura del bibliotecario come attiva, propositiva nei confronti degli utenti. «Un'accoglienza calorosa da parte di un amico simpatizzante, e il riconoscimento di qualcuno alla mano che ascolterà le domande, anche se le può eventualmente considerare non importanti, rende più facile per queste persone fare domande, e farle sentire subito a casa.» 6 (GREEN 1876, p. 74). Ecco svelato con questi concetti il significato di "personal relations" indicato nel titolo dell'articolo di Green. Si doveva però abbattere ancora una barriera per poter arrivare a configurare il servizio di assistenza come un rapporto personale tra bibliotecario e utente: la tradizione. Anche se c'era stata un'apertura della biblioteca verso strati meno colti della popolazione, essa era stata obbligata. La biblioteca era ancora vista come un luogo deputato alla cultura e frequentato da eruditi. Di conseguenza, all'inizio il servizio non era "istituzionalizzato", ma affidato alla generosità e alla disponibilità del bibliotecario. Solo negli anni ottanta del XIX secolo si crearono i primi posti e uffici in biblioteca per gli addetti al "reference service". 7 5 « When scholars and persons of high social position come to a library, they have confidence enough, in regard to the cordiality of their reception, to make known their wishes without timidity or reserve. Modest man in the humbler walks of life, and well-trained boys and girls, need encouragement before they become ready to say freely what they want. (…)». La traduzione dei testi, se non diversamente indicato nella citazione bibliografica, è da ritenersi mia. 6 « A hearty reception by a sympathizing friend, and the recognition of some one at hand who will listen to inquiries, even although he may consider them unimportant, make it easy for such persons to ask questions, and put them at once on home footing. (…) ». 7 Uno dei primi uffici per addetti al servizio di reference fu creato da Melvil DEWEY nel 1886, presso la biblioteca del Columbia College; Dewey era fermamente convinto che il servizio fosse di fondamentale importanza per la biblioteca. (LEONARDI 1995, p. 19).
Anteprima della tesi: I servizi di assistenza agli utenti per l'accesso alla documentazione comunitaria europea, Pagina 9

Preview dalla tesi:

I servizi di assistenza agli utenti per l'accesso alla documentazione comunitaria europea

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giovanna Frigimelica
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Conservazione dei Beni Culturali
  Relatore: Riccardo Ridi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 150

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

biblioteconomia
documentazione europea
information retrieval
informazione comunitaria
reference service
scienza dell'informazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi