La crisi finanziaria russa e l'impatto sul sistema bancario internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 “margin calls” 7 per gli investitori ad alto livello di informazione, forzandoli a vendere alcuni dei loro titoli dei paesi emergenti ad altri gruppi. Questa è un’operazione complicata in quanto la vendita degli investitori informati fa pensare agli investitori non-informati che deve esserci qualche problema nei fondamentali dei Paesi emergenti. Come risultato i prezzi delle obbligazioni dei Paesi emergenti crollano più di quanto possa essere causato dai fondamentali convenzionali. Il collasso del mercato dei titoli di stato dei Paesi emergenti porta come risultato dei tassi di interesse fortemente incrementati e il blocco improvviso dei flussi di capitale (se non la fuga dei capitali stessi dal Paese). Per la Contabilità Nazionale, non considerando i possibili errori ed omissioni, i flussi di capitali equivalgono a deficit di conto corrente più l’accumulo di riserve internazionali. Per questo un blocco improvviso dei flussi deve essere pareggiato da una perdita di riserve oppure da deficits di conto corrente più bassi. In pratica sono accadute entrambe le cose. Mentre una perdita delle riserve internazionali incrementa la vulnerabilità finanziaria del paese, le contrazioni del deficit di conto corrente hanno generalmente seri effetti sulla produzione e sulla occupazione. Un fattore aggravante sono le obbligazioni debitorie a breve termine. Se non c’è debito o le obbligazioni sono, nell’immediato futuro, nulle, allora uno stop improvviso dei flussi di capitali potrebbe al massimo spingere il deficit di conto corrente fino a zero; al Paese si può, nel peggiore dei casi, negare denaro fresco. Per contro, se i crediti internazionali si esauriscono e le obbligazioni debitorie sono molte, 7 Sono le richieste di margine fatte all’investitore dall’intermediario in titoli, di integrare il quantitativo di contante o titoli di stato depositato in garanzia presso lo stesso intermediario. Questa richiesta viene avanzata quando il variare delle condizioni di mercato rende insufficiente il margine disponibile a tutelare l’intermediario dalle perdite.

Anteprima della Tesi di Gaia Gabellini

Anteprima della tesi: La crisi finanziaria russa e l'impatto sul sistema bancario internazionale, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gaia Gabellini Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3526 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.