La crisi finanziaria russa e l'impatto sul sistema bancario internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 cosa). E’ difficile per loro cooperare, anche quando si tratta di salvare il regime che gli ha permesso di diventare ricchi. Un’altra soluzione sarebbe potuta essere che gli oligarchi non si aspettavano che il gioco potesse andare avanti ancora per molto tempo e stavano semplicemente cercando di arraffare quanto più possibile. Certamente ci sono state massicce fughe di capitali verso i conti delle banche svizzere o verso altre attività nascoste all’estero (molte aziende russe mantengono delle sussidiarie a Cipro, la Nassau d’Europa, e non stanno lì per fare qualcosa di produttivo!). La Russia ha generalmente avuto dei surplus commerciali enormi. Bisogna pensare a questi surplus come al petrolio o al metano degli oligarchi convertito in miliardi di dollari accumulati da qualche parte fuori della portata dei nuovi comunisti. Una cosa chiara è che l’Occidente - il FMI, i governi occidentali che hanno fornito fondi alla Russia fino all’ultimo, sono usciti da questa crisi facendo una magra figura. C’è una possibile spiegazione per le loro azioni: hanno creduto che gli uomini che governavano la Russia avrebbero finalmente cominciato a seguire la strada giusta per le riforme, che nel loro stesso interesse avrebbero deciso di raccogliere il denaro di cui il paese aveva bisogno pur di evitare un disastro, ma che avrebbero anche avuto bisogno di tempo. In questo caso l’enorme prestito organizzato solo un mese prima dello scoppio della crisi avrebbe potuto fare la differenza. Ma di fatto il denaro si è rapidamente dissolto, dal momento che gli speculatori -includendo quasi sicuramente gli oligarchi stessi- hanno convertito i rubli in dollari nel momento stesso in cui i rubli erano a disposizione.

Anteprima della Tesi di Gaia Gabellini

Anteprima della tesi: La crisi finanziaria russa e l'impatto sul sistema bancario internazionale, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gaia Gabellini Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3526 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.