Il problema dei rapporti tra i testi di Qumran e il Vangelo di Giovanni: un bilancio alla luce degli studi più recenti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

per l’uomo e non l’uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell’Uomo è signore del sabato”. (2) Ma se queste sono tesi che si oppongono alla teoria di una storia cristiana dipendente in qualche modo da Qumrân, è altrettanto vero che esistono alcune relazioni fra i Rotoli del Mar Morto e il Nuovo Testamento che facilmente possono essere avallate, nonostante le posizioni intransigenti di certi autori. (3) I contatti di Cristo con la comunità essenica non sono affatto improbabili per una serie di motivi che vanno dalla collocazione geografica alle abitudini di vita, dall’organizzazione interna ai contatti con l’esterno, dalla concezione religiosa che si affacciava all’escatologia come si può leggere e nei Rotoli e nei rituali. (4) a) Il deserto e il fiume Giordano. Dalla tentazione al battesimo di purificazione. Geograficamente il deserto degli Esseni sembra corrispondere al deserto della tentazione di Cristo “un po’ più a nord di Qumrân dove sono stati trovati i manoscritti. Il soggiorno di Cristo nel deserto sembra dunque averlo condotto nelle vicinanze degli Esseni. Non v’è niente che faceva pensare ai monaci di Qumrân quanto il tema della tentazione: per essi l’uomo è combattuto tra l’influenza dei demoni e quella degli angeli; è questa la base della loro dottrina. Ora è detto che Cristo fu tentato dal demonio e che subito gli angeli lo servirono (Mc 1-3)” (5) Nella Regola della Comunità viene citato esplicitamente Isaia (1 QS VII, 13-14) quando i qumrâniti ritengono loro compito precipuo “andare nel deserto per preparare la via di Lui come sta scritto: ‘Nel deserto preparate la via... appianate nella steppa una strada per nostro dio’ “. Cioè a dire, seguendo il Moraldi (6) che la “peregrinazione desertica dei loro padri” doveva essere sempre rievocata dalla permanenza nel luogo arido e roccioso

Anteprima della Tesi di Maria Arruzza

Anteprima della tesi: Il problema dei rapporti tra i testi di Qumran e il Vangelo di Giovanni: un bilancio alla luce degli studi più recenti, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Maria Arruzza Contatta »

Composta da 49 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1795 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.