Skip to content

Una voce fuori dal coro: Avvenire, il quotidiano dei cattolici italiani

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 I. LA SVOLTA DELLA STAMPA CATTOLICA I.1. Giovanni Battista Montini e la stampa Alla domanda su chi avesse voluto la nascita del quotidiano “Avvenire” la risposta è pressoché unanime: papa Paolo VI. Grande era il sogno, coltivato sin dai tempi del suo ministero episcopale nella diocesi di Milano e divenuto realtà il 4 dicembre 1968, di dare vita ad un grande quotidiano cattolico sul modello francese de “La Croix”. L’operazione “Avvenire”, così potremmo chiamare l’idea di Giovanni Battista Montini, covava nella sua mente sin dagli anni tra il 1954 e il 1963, periodo durante il quale il futuro papa occupava la cattedra di Ambrogio. I.1.1. Il figlio di un giornalista E’ importante, prima di affrontare le vicende che portarono alla nascita del quotidiano cattolico unico, delineare alcuni tratti della figura di Paolo VI. Montini era figlio di un giornalista: il padre, infatti, era stato a lungo direttore di un quotidiano di provincia, “Il Cittadino di Brescia”. Il giovane Montini iniziò a collaborare con “La Fionda”, il giornale studentesco di Brescia, ma in seguito non riuscì a coltivare la passione giornalistica in modo adeguato alla sua volontà 1 . L’interesse per il giornalismo era strettamente connesso in Montini con la convinzione che «l’annuncio cristiano non poteva che trarre vantaggio da un corretto uso degli strumenti moderni della comunicazione» 2 . Sempre attento alla professione giornalistica l’Arcivescovo di Milano nel messaggio indirizzato alla diocesi per la Giornata della buona stampa affermava: «La stampa è parola; parola che si spande e si moltiplica come seme. E deve essere sempre tale e sempre degno dell’equazione evangelica: il seme è il Verbo di Dio» 3 . I.1.2. Gli strumenti della diocesi di Milano Il cardinal Montini fu un appassionato sostenitore degli strumenti diocesani e fu anche un intelligente creatore di nuove iniziative, non ultimo l’incontro annuale con i giornalisti in occasione della festa di San Francesco di Sales, patrono della categoria e l’udienza che concedeva alla redazione de “L’Italia” in occasione del Natale. Ma i contatti del successore di Ambrogio non si limitavano a queste occasioni ufficiali: egli incontrava saltuariamente i direttori dei quotidiani milanesi, di alcune testate italiane e in alcuni casi di giornali stranieri. Questa sua attenzione muoveva dalla convinzione che la stampa poteva essere uno dei mezzi fondamentali dell’azione pastorale 4 . Per questo diede vita a due nuovi strumenti di informazione. Nel febbraio del 1960 uscì “Diocesi di Milano” un mensile finalizzato a trasmettere l’immagine della Chiesa ambrosiana ed edito con lo scopo di «essere specchio vigile limpido della nostra diocesi di Milano» 5 . Il primo numero de “Il Segno” comparve nelle parrocchie nel gennaio 1961: esso era destinato a sostenere la fede del popolo e il suo scopo venne definito dallo stesso Montini. […] questo foglio vuole essere un segno. Con le due prerogative del segno: la prima d’essere chiaro e semplice […]. La seconda: è cosa che significa, cioè fa pensare a ciò che non si vede; fa conoscere ciò che sta dietro e dentro il segno stesso 6 . 1 MARTA MARGOTTI, “L’Italia” di Lazzati, Milano, Franco Angeli, 1993, p. 139. 2 Ibidem. 3 GIOVANNI BATTISTA MONTINI citato in LUIGI CRIVELLI, L’azione per la stampa degli Arcivescovi milanesi negli ultimi cento anni (3), Terra Ambrosiana n°1/1992 p.52. 4 Ibidem p. 53. 5 GIOVANNI BATTISTA MONTINI citato in LUIGI CRIVELLI L’azione per la stampa […], cit. 6 Ibidem.
Anteprima della tesi: Una voce fuori dal coro: Avvenire, il quotidiano dei cattolici italiani, Pagina 1

Preview dalla tesi:

Una voce fuori dal coro: Avvenire, il quotidiano dei cattolici italiani

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Pierachille Dolfini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze dell'Educazione
  Relatore: Giuseppe Farinelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

avvenire
avvenire.it
chiesa
conferenza episcopale italiana
dino boffo
giornali vaticano
informazione
notizie giornali
paolo vi
quotidiano avvenire
quotidiano cattolico
stampa cattolica
stampa chiesa
stampa vaticana

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi