Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Come si formano gli imprenditori. Il caso di Montebelluna

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

necessitavano di una specializzazione artigianale e di numerosa manodopera qualificata. Il Veneto sviluppò pienamente questa struttura produttiva, godendo dei vantaggi derivati dalle lavorazioni in serie in aree a bassi salari o dalla loro commissione ai vari laboratori “terzisti”, e conseguendo, a partire dalla fine degli anni sessanta, ottimi successi commerciali. In generale, sono proprio le regioni italiane che hanno adottato maggiormente il sistema dei distretti industriali, quelle che hanno realizzato nel secondo dopoguerra i maggiori incrementi in termini d’industrializzazione 4 . Il primo studioso ad occuparsi della realtà dei distretti industriali è stato, tra l’Ottocento e il Novecento, l’economista inglese Alfred Marshall, il quale ha dimostrato che i vantaggi della grande scala produttiva possono essere realizzati anche da un insieme d’imprese di piccole dimensioni, concentrate in un determinato territorio, suddivise per fasi produttive ed attingenti ad un unico mercato locale del lavoro (ne vediamo una schematizzazione nella figura 2.1.). Secondo l’impostazione marshalliana, ripresa e rielaborata da Becattini (1989, n. 3) il distretto industriale è: <> 5 . Le sue caratteristiche 6 sono le seguenti: 1) accentuata divisione del lavoro tra le imprese; 2) scomponibilità in fasi del processo produttivo; 4 Cfr. Becattini G., Bianchi G., Sulla multiregionalità dello sviluppo economico italiano, in “Note Economiche”, n. 5-6, 1982. 5 Cfr. Becattini G., Piccole e medie imprese e distretti industriali nel recente sviluppo italiano, in “Note Economiche”, n. 3, 1989. 6 Tratte da Caberlotto G., Storia del distretto calzaturiero Montebellunese. La storia imprenditoriale della famiglia Caberlotto, tesi di laurea in Scienze Politiche, Università di Padova, Anno Accademico 1993/ 94, relatore Prof. Giorgio Roverato.

Anteprima della Tesi di Ivo Piva

Anteprima della tesi: Come si formano gli imprenditori. Il caso di Montebelluna, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Ivo Piva Contatta »

Composta da 277 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1445 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.