Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Alcuni aspetti della metamorfosi tecnologica dell'uomo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Già Galileo e Bacone lo avevano detto e ciò dimostra quanto prima menzionato, c’era nell’aria la coscienza di una riforma intellettuale che mirava a distruggere la forma precedente di sapere ormai desueta e “inutile” per legittimarne una nuova. Cartesio nel 1640 voleva addirittura redigere un manuale di filosofia ,in una missiva inviata a Mersenne, scrive infatti: “Il mio disegno è di scrivere ordinatamente tutto un corso di filosofia in forma di tesi, in cui, senza discorsi inutili, metterò solo le mie conclusioni, con le vere ragioni da cui le traggo, cosa che credo di poter fare in pochissime parole” 10 . Lo scopo che lo avrebbe spinto a tale lavoro veniva da lui stesso definito, poco sopra le righe appena lette: “confutare la filosofia della Scuola”. La sua filosofia avrebbe distrutto, con il solo proporsi, quella Scolastica a tal punto che “non c’è bisogno d’altra confutazione” a meno che non la si voglia “coprire di vergogna per sempre!” 11 . Egli esprime l’esigenza pragmatica, alquanto attuale, di consultare, non le noiose opere originali degli Autori, ma dei compendi che presentino sistemato tutto il sapere. 10 Ivi p. 14. 11 E. Garin op. cit. p. 15

Anteprima della Tesi di Francesca Leonardi

Anteprima della tesi: Alcuni aspetti della metamorfosi tecnologica dell'uomo, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesca Leonardi Contatta »

Composta da 269 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4631 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.