Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Personale in esubero in azienda

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

piano del finanziamento delle operazioni complesse di riconversione, (per l’acquisto di nuovi macchinari, per le, e per i corso di formazione dei dipendenti, che quello organizzativo e di mercato), e sul piano della organizzazione. Infatti, gestire il cambiamento è un’operazione ad alta intensità di management, ed è necessario distinguere tra progetti basati su idee sbagliate e progetti che falliscono per carenze di fondi nella fase di applicazione. Attualmente, in seguito alla stipula del “Patto per ilo sviluppo e l’occupazione” nel 1998, sono state introdotte innovazioni del mercato del lavoro, che permettono di attuare la strategia vincente per creare occupazione, basata su : istruzione, formazione, assunzioni agevolate, incentivi all’autoimprenditorialità giovanile e femminile, sviluppo delle cooperative di produzione e lavoro e sgravi fiscali per le imprese. Queste politiche attive del lavoro permettono un aumento delle probabilità di trovare una nuova occupazione da parte di soggetti espulsi dal mercato del lavoro. Tutto ciò sarà oggetto della trattazione del presente lavoro. D’altra parte bisogna sottolineare l’elevato grado di problematicità che caratterizza i licenziamenti collettivi, connesso soprattutto alla difficoltà di contemperare le diverse esigenze, quindi i diversi interessi, quello dell’imprenditore e quello della forza lavoro, entrambi costituzionalmente rilevanti (quindi parimente meritevoli di tutela), nella cui mediazione risulta particolarmente difficile individuare il punto di bilanciamento. L’interesse del datore di lavoro consiste nel dimensionamento delle strutture e dell’attività d’impresa da realizzare con la contrazione della forza lavoro occupata. Interesse che trova piena legittimazione e riconoscimento fra i principi costituzionali : l’art.41 Cost. infatti assicura all’imprenditore la libertà di iniziare e di condurre l’attività economica, ma anche di cessarla ridurla e/o trasformarla. Allo stesso tempo però la dismissione collettiva dei rapporti di lavoro determina allarme sociale a causa dell’incolpevole disoccupazione di ogni singolo lavoratore. La complessità del fenomeno ha portato il legislatore italiano ad un astensionismo legislativo, compensato però dall’adozione di una politica di prevenzione delle riduzioni del personale realizzata con la creazione di sistemi alternativi: CIG e circuiti di mobilità (ex L. n. 675/1977). Questa legge era stata concepita per guidare lo spostamento del personale esuberante, da settori ed imprese in crisi a settori ed imprese in espansione, tramite il blocco dei licenziamenti collettivi ed il

Anteprima della Tesi di Laura Profeta

Anteprima della tesi: Personale in esubero in azienda, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Laura Profeta Contatta »

Composta da 244 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8559 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 49 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.